Stai pensando di andare a imparare giapponese in Giappone, ma non sai quale città scegliere? Tokyo, Yokohama, Sapporo, Fukuoka, Kyoto, Osaka, e molte altre sono le opzioni che Go! Go! Nihon offre ai propri studenti. Se vuoi conoscere le differenze tra una e l’altra, da un’occhiata a questa lista delle migliori città dove studiare in Giappone, con alcuni suggerimenti per orientarti sulla scelta giusta per te.

Tokyo Shibuya crossing

1. Vivere e studiare a Tokyo

Tra le città dove studiare in Giappone, Tokyo è la più gettonata. Ti capiterà di perderti per le strade di quest’immensa megalopoli e di respirare l’atmosfera frizzante e malinconica di film come Lost in Translation della regista Sofia Coppola.

Tokyo è la città più internazionale del Giappone e per molti costituisce la prima meta dell’arcipelago perché offre moltissime possibilità di lavoro, sia part time che full time.

Nonostante le dimensioni e le infrastrutture futuristiche, la città offre ampi spazi verdi dove ritemprare il corpo e la mente. Tappa dei tour musicali di tutti i gruppi più famosi, offre divertimenti a tutte le ore del giorno e della notte. È dotata una rete di trasporti efficiente e che detiene il primato di puntualità e di qualsiasi altra metropoli asiatica, il che non guasta dato che dovrai recarti da casa a scuola tutti i giorni, durante il corso di giapponese.

yokohama

2. Vivere e studiare a Yokohama

A Yokohama si trova uno degli scenari più futuristici tra le città del Giappone: il porto del futuro di Minato Mirai, dove pulsa il cuore di una città per certi versi più vivibile rispetto alla vicina Tokyo. Le due città fanno parte della stessa conurbazione e raggiungere la capitale da Yokohama è quanto di più semplice: bastano trenta minuti in treno per arrivare a Shibuya.

Oltre ad uno dei principali porti del paese, la città vanta un lungomare ampio e rilassato per una passeggiata fra edifici storici dell’Akarenga (赤煉瓦 un complesso di ex uffici della dogana di mattoni rossi ora adibiti a centro commerciale) e suggestivi spazi verdi (come il parco Yamashita). Inoltre, in centro città si trova Chinatown, e quello di Yokohama è uno dei quartieri cinesi più grandi del Giappone, con tantissimi ristoranti dove gustare i piatti tipici cinesi.

Città di Osaka a Namba

3. Vivere e studiare a Osaka

Ci spostiamo nell’ovest in una città moderna ma che non scimmiotta Tokyo. Osaka mantiene una forte identità come dimostra l’uso quotidiano del tipico dialetto della regione del Kansai (usato per lo più tra amici e parenti) e la proverbiale loquacità dei suoi abitanti. La città è situata vicino ad altri importanti centri quali Kyoto, Nara e Kobe che sono facili da raggiungere e costituiscono un diversivo per chi vuole abbandonare il tessuto metropolitano. Con soli 30 minuti di treno si raggiungono queste tradizionali mete turistiche, per trascorrere dei piacevoli fine settimana.

Anche il cibo di Osaka è rinomato e molto caratteristico: la cucina locale offre le polpette di polpo takoyaki e la “pizza giapponese” okonomiyaki, prelibatezze che ben si sposano con l’ambiente gioviale e familiare della città.

Anche Osaka, come Tokyo, offre moltissimi punti di svago e divertimento, in particolare il quartiere di Namba è vivacissimo, e si popola ancora di più la sera. È il modo migliore per svagarsi, dopo una lunga giornata di studio a scuola di giapponese.

Città di Kobe

4. Vivere e studiare a Kobe

Situata tra Osaka e Kyoto, Kobe si affaccia sul mare così come sulla montagna. È un luogo d’attrazione di molti turisti sia stranieri che giapponesi, per la sua atmosfera pacifica, e la posizione lontana dal caos delle grandi metropoli.

A Kobe c’è un porto tra i più antichi costruiti in Giappone, il cui scopo era quello di intrattenere rapporti commerciali con la Cina, ed è stato inoltre uno dei primi punti di contatto col mondo esterno nel XIX secolo. Lungo il porto si trova Chinatown, nel quartiere di Nankinmachi (南京町), oltre agli edifici di mattoni in stile occidentale, molto simile a Yokohama.

La vita a Kobe è più economica rispetto a Tokyo, in particolare per quanto riguarda gli affitti. Se vuoi risparmiare e cerchi un posto tranquillo dove frequentare una scuola di lingua in Giappone, Kobe è un’opzione valida.

kyoto

5. Vivere e studiare a Kyoto

La perla del Giappone, Kyoto, è la città dove l’antico ha ancora la meglio sul moderno. Ampia e rilassata l’antica capitale dell’arcipelago nipponico regala magnifici scorci ad ogni angolo, templi e santuari mozzafiato e un patrimonio culturale che attira turisti da tutto il mondo.

Studiare giapponese a Kyoto ti darà la possibilità di conoscere tantissimi studenti, giapponesi e stranieri, con cui fare amicizia e scambi culturali, grazie all’alta concentrazione di università e istituti di lingua. Vivresti in una delle città più tradizionali del Giappone, in un’atmosfera d’altri tempi.

Inoltre, essendo una città costruita su pianta regolare, sono favoriti gli spostamenti in bicicletta, o in autobus, qui molto più usati rispetto alla metropolitana.

sapporo

6. Vivere e studiare a Sapporo

Sapporo è una città che offre numerose attrattive nonostante si trovi nell’isola più settentrionale e conseguentemente più fredda del Giappone, l’Hokkaido. Per chi non si lascia intimidire dal rigido clima invernale e ama lo sci, le terme e la neve, il buon cibo e la natura, trova in questa città il luogo ideale per una vacanza studio. Di certo le opportunità di lavoro sono inferiori a quelle di Tokyo, ma si ha anche la fortuna di evitare il caldo umido che colpisce la capitale in estate.

Si moltiplicano inoltre le possibilità di venire in contatto con una natura incontaminata e rigogliosa che regala primizie stagionali e un pesce freschissimo dal mare.

Da Sapporo si possono visitare altre zone, in giornata, come Otaru, città portuale molto suggestiva, o Noboribetsu, caratteristica per le sue stazioni termali e per il paesaggio autunnale.

Città di Fukuoka

7. Vivere e studiare a Fukuoka

Fukuoka si trova nell’isola a Sud del Giappone, Kyushu. È una cittadina a misura d’uomo anche se originariamente era costituita da due città, Hakata e Fukuoka, che poi si sono fuse insieme per dare origine all’odierna Fukuoka. Studiando in una scuola di lingua a Fukuoka risparmierai sull’affitto, perché i prezzi della vita sono più bassi rispetto ad altre grandi città, oltre ad avere l’occasione di far pratica di giapponese più di altre grandi metropoli, dato che sono ancora in pochi qui a parlare inglese.

Nel vocabolario gastronomico di Fukuoka esistono due parole: ramen e yatai. I ramen sono dei noodles in brodo, la cui variante della zona a base di brodo di maiale, è chiamata Hakata ramen. Gli yatai invece sono le bancarelle all’aperto che servono cibo, soprattutto spiedini di pollo yakitori, particolarmente suggestivi da visitare la sera. La città inoltre si trova in una posizione strategica per piccole gite fuori porta con destinazione Beppu, un importante centro termale, Hiroshima e Miyajima, oltre ad essere la città più comoda per raggiungere la Corea.

Se vuoi consigli per andare a vivere in Giappone, sul visto che un italiano può ottenere, oppure sulla scuola di lingua che fa per te, contattaci dal sito di Go! Go! Nihon o inviando un’email a info@gogonihon.com.