Alloggiare presso una host family in Giappone, ossia vivere con una famiglia giapponese, è sicuramente un’esperienza molto interessante, sia dal punto di vista culturale che da quello linguistico. Per poter vivere al meglio in un homestay, è consigliabile “prepararsi” e informarsi su quali siano le regole basilari, e a quali usi e costumi prestare attenzione.

Regole di homestay in Giappone

Ogni famiglia ha ovviamente le sue regole, a prescindere dalla cultura o dal paese di provenienza. In quanto ospite di una famiglia che non è la tua, con usi e costumi diversi, dovrai adattarti e rispettarne le direttive. La maggior parte sono regole dettate dal buonsenso, ma alcune sono specifiche della cultura giapponese.

Togliti le scarpe

Come forse saprai, i giapponesi si tolgono sempre le scarpe prima di entrare in casa. La zona immediatamente al di là della porta d’ingresso dell’abitazione/appartamento è chiamata genkan (玄関, anticamera tradizionale), una piccola zona ribassata rispetto al pavimento della casa, dove è d’obbligo togliersi le scarpe. Una volta tolte, potrai accedere all’abitazione vera e propria.

Usare il bagno

Un altro aspetto delle case e famiglie giapponesi che può confondere un occidentale è come usare il bagno.

Innanzitutto, a meno che non si tratti di un monolocale, le case giapponesi separano toilette e doccia/vasca da bagno in due stanze differenti. Se come usare una delle toilette giapponesi iper tecnologiche può essere complicato, anche usare la stanza con la doccia/vasca da bagno può creare qualche grattacapo iniziale.

Nelle case occidentali siamo abituati ad avere un box doccia, o una vasca con il doccino, all’interno di un bagno con anche lavandino, toilette e altro mobilio. In quelle giapponesi però, la stanza per lavarsi è essa stessa una una grossa doccia; la stanza è occupata per metà da una vasca, mentre l’altra metà è dotata di soffione e uno scarico nel pavimento per permettere all’acqua di defluire.

Se vuoi  farti la doccia, non stare in piedi nella vasca da bagno, ma nella zona a fianco di essa.  Anche in caso tu decidessi di farti un bagno caldo, come primo passo sarà tassativo farsi la doccia, lavandosi bene per eliminare tutte le impurità prima di immergersi nell’acqua calda della vasca.

Sii puntuale (e avvisa se ritardi)

I giapponesi danno molto valore alla puntualità. Se alloggerai presso una host family in Giappone, assicurati di rispettare gli orari e gli appuntamenti che concorderai con la famiglia, siano essi per la cena, per incontrarsi al supermercato o per un’attività da fare insieme. Nel caso tu ti accorga di non fare in tempo a tornare per un determinato orario, avvisa sempre! La famiglia si affeziona agli studenti che ospita, e si preoccupa se non riceve notizie o aggiornamenti.

Porta un regalo

Questa non è una regola, ma un consiglio. La tradizione di scambiarsi doni o souvenir è una parte importante della cultura giapponese. Non è necessario che sia un regalo costoso o appariscente: è sufficiente un piccolo regalo, magari tipico della tua regione italiana di provenienza, come una bottiglia di vino, una scatola di biscotti particolari, o un soprammobile. Ti assicuro che se porterai un piccolo presente made in Italy alla tua host family in Giappone, sarà molto gradito!

Rispetta le regole della famiglia ospitante

In generale, come scritto sopra, ogni famiglia ha le sue regole e abitudini. Non aver paura di chiedere ai tuoi padroni di casa, nel caso tu abbia qualche dubbio: come dicono gli anglosassoni, “better safe than sorry”, meglio chiedere e andare sul sicuro che non chiedere e fare brutte figure.

Cosa ti dà una host family in Giappone

Alloggiare presso una famiglia giapponese ovviamente non si riduce a seguire una lista di regole; l’homestay in Giappone rappresenterà veramente un plus per la tua esperienza di vita e studio. Potrai infatti:

  • Esercitare il giapponese anche a casa: grazie alla tua host family potrai fare pratica delle cose che hai imparato a lezione, imparare nuovi vocaboli ed esercitare ascolto e comprensione. Non aver paura di lanciarti, anche se parti da un livello base: generalmente le famiglie che decidono di ospitare uno studente straniero hanno qualche capacità linguistica (per le lingue straniere), o comunque una mentalità più aperta allo scambio linguistico e culturale.
  • Approfondire la tua conoscenza della cultura giapponese: vivendo in homestay potrai apprezzare anche i riti e le abitudini quotidiane di un popolo e di una cultura affascinante. Specialmente se la famiglia ha anche figli o bambini piccoli, potrai sperimentare tante situazioni che sono precluse a chi decide di utilizzare un diverso tipo di alloggio.
  • Gustare piatti prelibati della ricca cucina nipponica: colazione e cena preparate dalla famiglia sono incluse nell’esperienza homestay. Avrai dunque l’occasione di assaporare pietanze fatte in casa, e perché no, magari anche imparare qualche ricetta.
  • Avere un’altra famiglia dall’altra parte del mondo: dipende ovviamente dal tipo di esperienza che farai, e dal tipo di rapporto che instaurerai, ma molto probabilmente la tua famiglia ospitante diventerà come una sorta di seconda famiglia in una terra lontana, che sarà bello poter andare a trovare in futuro.

Come già scritto, se ne hai l’occasione, ti consiglio di provare un’esperienza presso una host family in Giappone. Chi scrive ha vissuto per un totale di 3 mesi presso famiglie giapponesi, e ne conservo un ricordo bellissimo. Tante esperienze fatte, forti legami instaurati, molte cose imparate.

Nel caso tu decidessi di venire a vivere e studiare in Giappone, Go! Go! Nihon potrà aiutarti anche nella ricerca dell’homestay!