Chi non ha mai messo piede in un appartamento giapponese resterà sicuramente stupito nel constatare quanto sia piccolo lo spazio rispetto alle abitazioni occidentali. In città le costruzioni tendono ad andare verso l’alto e non è raro trovare appartamenti grandi tanto quanto una singola stanza!

Nonostante le dimensioni ridotte, però, ogni appartamento è dotato di tutto il necessario per soddisfare le tue necessità. Vediamo insieme quali sono gli oggetti che puoi trovare in una casa giapponese.

Cosa si trova in una casa giapponese

Bollitore elettrico

Hai voglia di un tè? Scordati il classico pentolino dell’acqua calda e passa al bollitore elettrico! Questi piccoli apparecchi sono capaci di scaldare grandi quantità di acqua in meno di un minuto e sono l’ideale per tè, caffè solubili o noodles istantanei.

Griglia

I forni in Giappone sono rari e molto costosi. Per chi viene da paesi dove il forno è uno degli elettrodomestici fondamentali della cucina, la scelta dei piatti che si possono preparare può risultare limitata. La griglia può risolvere in parte questo problema: spesso posta sotto il fornello del gas, ha dimensioni ridotte e viene usata dai giapponesi solo per la cottura del pesce o dei toast, ma la si può adoperare anche per carne e verdure.

Tostapane

Un apparecchio che non ha bisogno di presentazioni, a meno che non si tratti della versione “fornetto elettrico”. Come già accennato prima, i giapponesi non usano i forni e preferiscono contare sul microonde (i più costosi hanno la funzione grill), ma un tostapane di questo tipo può sopperire alla mancanza di un forno vero e proprio… Se ti accontenti di porzioni piccole e di lunghi tempi di cottura.

Cuociriso

Cuociriso

La cuociriso, o suihanki, (炊飯器) è uno di quei piccoli elettrodomestici di cui non potrai più fare a meno una volta che l’avrai provato. Diffuso in tutta l’Asia, sta lentamente prendendo piede anche in Occidente e permette di semplificare la cottura del riso, ma anche di cuocere a vapore o sfornare torte e pancake. Non importa in quale casa giapponese ti trovi, puoi stare sicuro che il cuociriso non mancherà!

Scatole di fazzoletti

In Giappone non esistono i tovaglioli, ma puoi trovare una scatola di fazzoletti (tissue) in ogni angolo della casa, nei ristoranti e negli hotel. Questo genere di fazzoletti sono diventati un po’ dei tuttofare e li puoi usare per soffiarti il naso, pulire la casa, asciugarti le mani, pulirti la bocca e via dicendo.

Le scatole sono sempre colorate e possono essere di carta, stoffa o legno, per cui oltre a essere utili costituiscono dei bei complementi di arredo.

Ciabatte da bagno in Giappone

Ciabatte

Una regola ferrea delle buone maniere in Giappone è quella di non entrare in un appartamento con le scarpe, per cui si devono indossare le ciabatte sia in casa propria che in quella d’altri. Vengono messe a disposizione in un piccolo spazio all’ingresso, oppure fornite dal proprietario di casa a cui stai facendo visita. Con le ciabatte si è liberi di muoversi in ogni stanza, ad eccezione di quelle con il tatami: in quel caso si deve entrare scalzi per non danneggiare il pavimento.

Nel caso in cui dovessi andare in bagno, è molto probabile che ci troverai un altro paio di ciabatte. Nella tradizione giapponese è molto importante tenere separati i luoghi “puliti” da quelli che generalmente non lo sono; ecco perché il gabinetto si trova quasi sempre in una stanza separata dal bagno vero e proprio. Seguendo questa usanza, le ciabatte del bagno vanno indossate solo in quella stanza e bisogna stare attenti a lasciarle lì una volta finito.

Vasca da bagno giapponese

Vasca da bagno

Il bagno è un vero e proprio rituale per i giapponesi e affonda le sue radici nell’ofuro (お風呂, おふろ), il rito di purificazione del corpo e dello spirito.
A differenza dell’usanza occidentale, in Giappone ci si immerge nella vasca dopo essersi già fatti la doccia: l’acqua verrò usata da tutti i membri della famiglia, per questo è importante che rimanga pulita. Per lavarsi ci si siede sullo sgabello di plastica posto all’interno del bagno e si sciacqua via il sapone con un catino, così da evitare di sporcare l’acqua della vasca.

Le vasche da bagno possono essere di varie dimensioni, ma sono tutte abbastanza profonde da permettere a una persona di immergersi fino alle spalle. Le più moderne sono dotate di sensori per il riempimento automatico e il mantenimento del calore.

Kotatsu

Le case giapponesi non sono provviste di caloriferi, perciò ci si affida al climatizzatore sia in estate che in inverno. Ma nessun condizionatore potrà mai battere un kotatsu nell’affrontare il gelo invernale.

Il kotatsu (炬燵) è un tavolino sotto cui è posta una speciale stufa elettrica: viene rivestito con una coperta pesante e ci si mette sopra un piano d’appoggio, in modo da poter continuare a utilizzarlo come tavolo. Considerato da molto occidentali come la migliore invenzione domestica giapponese, una volta provato è difficile disintossicarsene: fare i compiti o guardare la tv circondato dal calore del kotatsu è così rilassante che non vorrai più uscirne.

Futon 

Sebbene il letto sia diventato di uso comune anche tra i giapponesi, qualche futon in più non deve mai mancare, specie se qualche parente o amico decide di fermarsi a dormire.

Il futon è decisamente più comodo del sacco a pelo e viene preparato alla sera, prima di andare a dormire. Per togliere la polvere e fargli prendere aria si usa un battipanni chiamato futon-tataki (布団たたき), dopodiché basta arrotolarlo e riporlo nell’armadio, consentendo di salvare un bel po’ di spazio nei piccoli appartamenti giapponesi.

Maiale di ceramica porta incenso

Insetticida e repellenti

Non importa quanto a fondo hai pulito la casa: in estate c’è sempre la possibilità di ricevere la visita di qualche insetto, grande o piccolo che sia.

In Giappone i più temibili sono sicuramente i gokiburi (ゴキブリ), gli scarafaggi: grandi, neri e duri a morire, sono l’incubo di ogni inquilino, tanto che in casa non è difficile trovare repellenti e insetticida di ogni tipo. Oltre i classici spray esistono delle speciali scatoline che attirano l’ignaro scarafaggio e lo intrappolano al loro interno grazie a una potente colla; si consiglia di posizionarle in vari angoli della casa, soprattutto in cucina.

Molto utile in estate è il katori-senkō (蚊取り線香), un incenso a forma di spirale che tiene alla larga zanzare o altri insetti. Si può riporre in un apposito incensiere chiamato kayariki (蚊遣器), disponibile in diverse forme; la più popolare è quella a forma di maialino.

Per quanto sia difficile abituarsi a uno stile di vita diverso dal nostro, non disperare: una casa giapponese ha tutto quello che occorre per rendere la tua permanenza il più piacevole possibile.

Per sapere di più su usi e costumi giapponesi puoi leggere gli articoli della categoria “Curiosità sul Giappone” del blog di Go! Go! Nihon.