La parola omiyage お土産 significa souvenir, ma regalare un omiyage in Giappone ha un significato in più rispetto alla pratica occidentale. Dare un omiyage è una caratteristica intrinseca della società giapponese, al punto che ti guarderanno con una faccia “storta” se torni da un viaggio senza un pensierino.

Continua a leggere per saperne di più riguardo la cultura giapponese dell’omiyage e per scoprire qual è il miglior omiyage da portare ai tuoi colleghi e colleghe o ai tuoi cari.

Tokyo Banana x Kit Kat omiyage

Cos’è un omiyage?

Mentre la parola omiyage si traduce con souvenir, il concetto di omiyage stesso è diverso, dato che è qualcosa che compri per gli altri e non per te stesso. Nello specifico, è un regalo che compri per i tuoi colleghi, per la tua famiglia e gli amici dopo che si ritorna da un viaggio.

Se molti souvenir occidentali consistono in portachiavi, vestiti o altri piccoli oggetti, l’omiyage in Giappone è in genere qualcosa da mangiare. Di solito si tratta di dolci come biscotti, torte e caramelle, ma può anche qualcosa di salato come salatini, alcol, snack secchi e tanto altro. È vero che puoi trovare quello stesso cibo da altre parti, ma la differenza sta che l’omiyage in Giappone rappresenta il posto da dove provengono.

Si capisce anche dai caratteri che compongono la parola “omiyage”.  Infatti , che è letto tsuchi o e significa “locale”, mentre , pronunciato san, significa “produrre”.

Per esempio, la prefettura di Wakayama (al sud di Osaka) è un grande produttore di mikan 蜜柑, un tipo di frutta molto simile ai mandarini. Se visiti Wakayama, tutti gli omiyage che troverai lì rimandano ai mikan – dal succo alle gomme da masticare, fino ad arrivare ai biscotti.

Un altro esempio può essere se visiti Miyajima 宮島a Hiroshima, dove vendono piccole torte a forma di foglia d’acero, ripiene di marmellata ai fagioli rossi. È un dolce famoso di Kiyajima perché questa è un’area molto conosciuta per le sue bellissime foglie autunnali. Un giorno, una signora di un ryokan 旅館 (le tipiche locande tradizionali) locale chiese che le fosse preparato un dolce che mostrasse quest’aspetto: nacque così il 紅葉 まんじゅう (da “momiji” che significa foglie autunnali e “manjū”, un dolce tradizionale giapponese).

Quando acquisti un omiyage in Giappone sarai sempre in grado di dire cosa viene venduto come omiyage e cosa no. Di solito l’omiyage è ben confezionato e si trova in tutti i negozi turistici e nei principali snodi dei trasporti. Invece, bevande e scatole bentō non sono considerate omiyage.

Tokyo Banana confezione di omiyage

L’importanza dell’omiyage in Giappone

Dare un omiyage in Giappone è un’usanza che risale a secoli fa, quando le persone facevano lunghi viaggi per pregare nei santuari shintoisti e portavano in regalo alla loro famiglia degli oggetti religiosi. Non passò molto che i negozietti locali vicino ai templi iniziarono a vendere i prodotti locali come regali. Inizialmente si chiamavano solo miyage, da cui la parola “omiyage”. La “o ” che compone la parola è un prefisso gentile, o onorifico, usato per il giapponese formale.

Oggi gli omiyage hanno un ruolo importante nelle relazioni, servono per mantenerle armoniose e ben consolidate – un elemento fondamentale della cultura giapponese. Ricordarsi di comprare un omiyage è un segno di rispetto e di apprezzamento per i tuoi colleghi, per ringraziarli di aver coperto la tua assenza mentre eri via. È comune anche portare un omiyage ai partner commerciali, soprattutto quando si incontrano partner che si trovano lontano. È un modo di mostrare apprezzamento per il rapporto d’affari che c’è tra di voi.

Come scegliere l’omiyage perfetto

Come accennato, sono molti i posti dove puoi andare a comprare un omiyage. Si tratta quasi sempre di cibo: biscotti, dolci, cracker di riso, mochi e mini-torte sono tutte idee regalo molto comuni e popolari.

Fortunatamente non devi acquistare un omiyage a persona se lo acquisti per colleghi di lavoro o  i compagni di classe, poiché la maggior parte dei prodotti consiste in più articoli confezionati singolarmente. Ricorda solo di prendere una confezione abbastanza grande da condividere con tutti.

Se sei in viaggio all’estero, acquista qualcosa di locale nel luogo che stai visitando. Questo include anche alcolici locali, snack, cioccolato e altro ancora.

Vuoi conoscere altri aspetti della cultura e delle tradizioni giapponesi?  Segui il nostro blog per altri articoli sul Giappone.