Il Giappone è conosciuto come un paese di lavoratori instancabili, in cui le vacanze sono quasi un optional, ma questo non è del tutto vero. Nonostante i giorni di ferie pagate siano inferiori rispetto a quelli che abbiamo in Italia, ci sono 16 giorni di feste nazionali in Giappone durante l’anno.

Durante queste festività, aziende e uffici giapponesi restano chiusi, mentre negozi e ristoranti generalmente sono aperti, approfittando dell’affluenza di clienti concentrata proprio durante le feste. Abbiamo preparato un calendario con la lista dettagliata delle feste nazionali giapponesi.

Feste nazionali giapponesi

Lista delle feste nazionali in Giappone

In Giappone c’è almeno un giorno di festa al mese, escludendo i fine settimana, e almeno una volta al mese c’è la cosiddetta 三連休 (Sanrenkyū). La parola sanrenkyū significa letteralmente “tre giorni di vacanza di fila”, indicando solitamente sabato, domenica e lunedì. È durante questo periodo che i giapponesi approfittano per fare qualche breve viaggio, in Giappone o in Asia, e riprendersi dalle fatiche del lavoro. Vediamole insieme una ad una.

1 Gennaio 元日 (Ganjitsu). Ganjitsu è il giorno di capodanno. Le aziende giapponesi chiudono già gli ultimi giorni di dicembre, fino al 3 gennaio solitamente, per trascorrere il tempo con la famiglia, e per visitare tutti insieme il tempio shintoista per il prima volta nel nuovo anno (rito dell’Hatsumōde).

8 Gennaio 成人の日 (Seijin Shiki). La cerimonia della maggiore età consiste in un rituale shintoista antico, che segna il giorno di passaggio alla maggiore età. In questo giorno tutti i giovani giapponesi che compiono 20 anni nell’anno corrente visitano il tempio per ricevere buona fortuna.

11 Febbraio 建国記念の日 (Kenkoku Kinen no Hi). Anniversario della fondazione del Giappone. Secondo la leggenda il primo imperatore giapponese fu designato l’11 febbraio del 660 a.C., ed è un evento che rappresenta la fondazione della nazione nipponica.

21 Marzo 春分の日 (Shunbun no Hi). Giorno dell’equinozio di primavera, che annuncia ufficialmente l’inizio della stagione primaverile, e l’arrivo dei fiori di ciliegio.

29 Aprile 昭和の日 (Shōwa no Hi). Anniversario dell’impero Shōwa. Il giorno indica l’inizio della Golden Week, una delle vacanze giapponesi più lunghe e agognate.

3 Maggio 憲法記念日 (Kempō Kinenbi). Giorno della celebrazione della Costituzione giapponese, istituita il 3 Maggio 1947. Nonostante, in passato, alcuni fossero sfavorevoli a mantenere questa festività, alla fine è stato deciso di lasciarla come parte della Golden Week.

4 Maggio 緑の日 (Midori no Hi). Durante la festa della natura, o “giorno verde”, la maggior parte dei parchi e gli zoo del Giappone offre ingresso gratuito.

5 Maggio 子供の日 (Kodomo no Hi). Originariamente festa per bambini maschi, il Kodomo no Hi è oggi una festività in onore di tutti i bambini, maschi o femmine che siano, augurando loro buona fortuna durante l’infanzia.

16 luglio 海の日 (Umi no Hi). Nel giorno del mare le spiagge in Giappone sono generalmente sovraffollate. È la giusta occasione di trascorrere la giornata all’aperto senza soffrire troppo l’afa estiva.

11 Agosto 山の日 (Yama no Hi). Si tratta del giorno della montagna, introdotta ufficialmente nel 2016, e probabilmente in onore del monte Fuji. Il periodo estivo è infatti quello designato per scalare il Fuji, anche se molti sostengono che questa festività sia solo una scusa per conquistare un giorno di festa nazionale in più anche nel mese di agosto.

17 Settembre 敬老の日 (Keirō no Hi). Dopo la festa dei più giovani, si festeggiano anche le persone anziane. In questa giornata la maggior parte dei parchi o dei giardini offre ingresso gratuito a chi ha superato i 60 anni.

22 o 23 Settembre秋分の日 (Shūbun no Hi). L’equinozio d’autunno viene celebrato in una di queste date, in base a quando il sole vaglia la soglia dell’equatore da nord a sud, decretando la fine dell’estate.

8 Ottobre 体育の日 (Taiiku no Hi). La data del giorno dello sport era stata originariamente scelta in onore delle prime Olimpiadi di Tokyo. La maggior parte delle scuole organizza gare sportive in questa giornata di festa.

3 Novembre 文化の日 (Bunka no Hi). Nel giorno della cultura la maggior parte di musei ed eventi culturali offre ingresso gratuito. Come in tutte le festività nazionali in Giappone, c’è da tenere in conto che le file per partecipare a eventi o attività possono essere molto lunghe.

23 Novembre 勤労感謝の日 (Kinrō Kansha no Hi). Questa giornata corrisponde alla nostra festa dei lavoratori in Italia, anche se in Giappone è legata alla celebrazione del raccolto. Non mancano in questo giorno alcune manifestazioni di sindacati, seppur in numero inferiore rispetto a quelle che si svolgono in Italia.

天皇の誕生日 (Tennō Tanjōbi). È il giorno più importante dell’anno, la festa per la nascita dell’imperatore Akihito. Si tratta dell’unica volta in cui i cancelli del Palazzo Imperiale di Tokyo aprono le porte ai visitatori, i quali, muniti di bandierine con il simbolo del Giappone, giungono numerosi per salutare l’imperatore.

E le altre feste come Natale o Pasqua?

Il Natale è una festa cristiana, che non viene celebrata in Giappone, così come la Pasqua. Il 25 dicembre non è una festività nazionale giapponese, ma viene considerato lavorativo. Al massimo, le coppie più giovani trascorrono una giornata romantica a Disneyland o cenano a lume di candela in qualche ristorante alla moda perché il 25 dicembre è diventato una sorta di San Valentino natalizio.

C’è un piccolo accorgimento da tenere presente: consigliamo di prenotare con largo anticipo una vacanza durante una delle feste nazionali in Giappone, poiché sono giorni in cui la maggior parte dei giapponesi ha le ferie, e qualsiasi posto sull’arcipelago sarà notevolmente affollato.

Buone vacanze in Giappone!

Se cerchi altre informazioni sulla vita e la cultura in Giappone continua a leggere il blog di Go! Go! Nihon e seguici su Instagram e Facebook.