La Zairyu card (在留カードo Residence card) è la carta di residenza in Giappone, entrata in uso sul suolo giapponese dal 9 luglio 2012, che corrisponde ad una tessera identificativa. Va a sostituire la precedente Alien Card ed è dotata di un microchip IC interno di archiviazione delle informazioni che la rende più difficile da alterare e falsificare.

Qualunque straniero senza permesso speciale o temporaneo intenda risiedere in Giappone per un periodo superiore ai tre mesi deve possedere una carta di residenza che ne accerti l’identità e la registrazione da parte dell’amministrazione locale. La tessera va tenuta sempre con sé e mostrata agli ufficiali di polizia in caso di richiesta, pena una multa o anche il rientro forzato in patria.

Come ricevere la Zairyu card

Ottenere la Zairyu card in Giappone è molto semplice: attualmente viene rilasciata in aeroporto durante il primo controllo da parte dei responsabili dell’ufficio immigrazione per l’ingresso nel paese. È ovviamente necessario il passaporto ed è bene conoscere l’indirizzo della residenza che si andrà a occupare. Non serve una foto: il personale dell’aeroporto utilizzerà la foto fornita per il certificato di eleggibilità, o al massimo, se non dovesse andar bene, te ne scatterà una lì per lì, scansionando le tue impronte digitali.

Per gli studenti che intendono lavorare part time durante il percorso di studi questo è anche il momento per consegnare il foglio con la richiesta di permesso di lavoro part time (normalmente il modulo viene fornito dalla scuola di riferimento insieme al certificato di eleggibilità per il visto o dallo staff di Go! Go! Nihon per email).

Le informazioni registrate sulla Zairyu card sono: nome e cognome, data di nascita, sesso, nazionalità, tipologia di visto, periodo di validità, data di scadenza, indirizzo di residenza, timbro dell’eventuale permesso di lavoro part time.

Zairyu card giapponese

Registrazione dell’indirizzo di residenza


Una volta ottenuta la Zairyu card bisogna rivolgersi al municipio locale più vicino entro 14 giorni dalla data di arrivo nel paese per notificare e registrare il proprio indirizzo di residenza. L’indirizzo verrà stampato sul retro della carta e inserito nel sistema gestionale informatico.
 Tale procedimento, tra le altre cose, è necessario per sbloccare ulteriori benefici quali la possibilità di stipulare l’assicurazione sanitaria nazionale, obbligatoria per gli studenti, aprire un conto bancario e sottoscrivere l’abbonamento alla metropolitana (commuter pass), con o senza lo sconto per studenti. Si può fare richiesta per l’assicurazione sanitaria subito dopo aver registrato l’indirizzo di residenza sulla Zairyu Card, sempre negli uffici municipali.

Ogni cambiamento relativo ai dati della persona, come ad esempio nome, sesso, datore di lavoro, stato civile, residenza, va segnalato al municipio entro 14 giorni dall’avvenuta modifica.

Il permesso di rientro

Con l’entrata in vigore della Zairyu Card sono state snellite le procedure burocratiche se si intende uscire per un breve periodo dal Giappone e poi ritornare. Il permesso è valido per un anno oppure fino alla scadenza del visto se ciò avviene in un tempo più breve. È sufficiente barrare la casella “special reentry permit” sul documento di imbarco in aeroporto e mostrare la propria carta di residenza. I dati saranno inseriti nel passaporto e ricontrollati al rientro in Giappone.

Se non si rientra in Giappone entro un anno dalla partenza, il proprio visto decade.
 Chi intende abbandonare il Paese per più di un anno, invece, deve rivolgersi al centro per l’immigrazione e richiedere il normale permesso di rientro in Giappone barrando poi la casella “re-entry permission”. Va sottolineato, però, che gli studenti possono uscire dal Giappone e rientrare solo durante i brevi periodi di pausa scolastica: esiste infatti uno stretto limite di assenze tollerate, superato il quale il visto studentesco viene annullato.

Annullare la Zairyu card

Gli studenti che terminano il corso di studi e fanno ritorno a casa devono ricordare di annullare il visto, consegnando la Zairyu Card in aeroporto, altrimenti potrebbero avere problemi nel caso volessero richiedere un nuovo visto in futuro. Questo passaggio è fondamentale perché davvero può precludere la possibilità di ottenere sia un nuovo visto studentesco, che un visto lavorativo più avanti.

La Zairyu card è il documento di residenza fondamentale per tutti colori che intendono andare a vivere in Giappone a lungo termine, sia come studenti che come lavoratori. Ricorda di iscriverti all’AIRE (Anagrafe Italiani Residenti all’Estero), se intendi rimanere in Giappone o, più in generale, vivere all’estero per più di 12 mesi. Nel nostro articolo sull’ambasciata italiana in Giappone trovi informazioni aggiuntive su questo procedimento.