Nel paese della tecnologia è impensabile rimanere senza una connessione continua con tutto quello che ci circonda, per questo motivo un cellulare in Giappone è indispensabile, soprattutto se si vuole cercare un lavoro part time o partecipare alle molteplici attività che vengono proposte ogni giorno.

Sim italiana 

Anni fa poter usare un cellulare in Giappone era complicato perché i telefoni italiani non funzionavano con le sim giapponesi e viceversa, oggi invece qualsiasi smartphone 3G o 4G non dovrebbe dare problemi, anzi per la connessione dati si può usare anche la propria scheda sim italiana. 
Per fare un esempio, un Samsung Galaxy S4 mini con scheda sim Wind riesce tranquillamente a connettersi usando i vari wi-fi gratuiti sparsi per la città, metropolitana compresa.

Mantenendo una scheda sim italiana però, effettuando telefonate locali o internazionali si rischia di pagare molto a causa del roaming, meglio quindi chiedere informazioni sulle tariffe al proprio operatore prima di partire.

Contratti telefonici

Per periodi lunghi si può valutare la possibilità di stipulare un contratto voce + internet + smartphone con un operatore telefonico locale, anche se non è facile districarsi tra le innumerevoli offerte dei diversi brand.
 Ovviamente i marchi più famosi propongono offerte allettanti, ma il tutto ha un costo non proprio economico.
 Per esempio al momento la NTT docomo propone un contratto con in dotazione il nuovo iPhone a 10,000 yen mensili, che corrispondono circa a 83 euro. Anche Softbank, Y!Mobile e Au propongono offerte simili con vari modelli di smartphone, ovviamente più il modello è vecchio e più bassa sarà la rata mensile.

Oltre al costo, che può essere proibitivo per alcuni studenti, ci si scontra anche con altri problemi, ovvero la richiesta di una carta di credito o di un conto giapponese, della dichiarazione dei redditi, o è richiesta una durata minima del contratto superiore ad un anno.

Go! Go! Nihon consiglia ai propri studenti il servizio Mobal. Questa compagnia telefonica offre la possibilità di ricevere la Sim card a casa propria in Italia, prima ancora di arrivare in Giappone. Bisognerà, però, avere un telefono cellulare sbloccato (sim free), e una carta di credito per effettuare il pagamento. I piani tariffari vanno da 1,000 a 4,500 yen mensili, in base anche ai giga scelti. Se ti sei iscritto ad una scuola di lingua tramite Go! Go! Nihon contattaci per maggiori dettagli, oltre a ricevere degli interessanti vantaggi.

Compagnie telefoniche

Acquistare un cellulare sbloccato

Se non si hanno grosse pretese riguardo alla scelta di un cellulare in Giappone, conviene rivolgersi a case minori e acquistare a parte un telefono sim free (si possono trovare anche di seconda mano in vari negozi dell’usato, ad Akihabara o presso i Book off che hanno anche una sezione per la tecnologia), alcuni modelli superati scendono fino a 80 euro, occorre però fare attenzione perché alcuni vecchi cellulari sbloccati hanno problemi con gli aggiornamenti.

La Bic sim che trovi da Bic Camera propone soluzioni a partire da 1,600 yen al mese (meno di 14 euro), con prezzi che variano a seconda del tipo di piano tariffario e del traffico dati disponibile. Esistono anche delle sim prepagate solo dati, utili ma costose e di breve durata.

Un consiglio: paradossalmente per dare solo un’occhiata preventiva è meglio recarsi nei punti vendita nel fine settimana perché nei giorni feriali si rischia di venire assaliti dai commessi. Spesso nei centri commerciali sono raggruppate più case sullo stesso piano e ognuno cerca di portare il cliente presso il proprio bancone, a volte utilizzando lo stile di vendita “aggressivo”. Successivamente ci si può informare su internet per capire in quali punti vendita si parla inglese per tornarci poi in settimana, quando si hanno già le idee chiare, in modo da non attendere troppo in coda.

Pocket Wifi

Un’altra opzione, nel caso in cui non volessi avere a che fare con contratti telefonici è quella di prendere un pocket wifi, e portarlo con te in giro. Noi consigliamo Ninja Wifi, che permette la connessione fino a 10 apparecchi allo stesso tempo, con piani tariffari che variano tra 3,000 e 6,000 yen al mese. Tutti gli studenti di Go! Go! Nihon possono usufruire di uno sconto speciale sull’attivazione e la polizza assicurativa. Se sei un nostro studente, e vuoi maggiori informazioni su Ninja Wifi contattaci.

Cabina telefonica in Giappone

Cellulare in affitto o prepagato

Le soluzioni per affittare un cellulare in Giappone sono molteplici, ma se la durata della propria permanenza è limitata a pochi giorni e, soprattutto, se si ha un cellulare di vecchia generazione, esiste la possibilità di affittarne uno nuovo completo di sim direttamente negli aeroporti di Narita e del Kansai presso gli appositi uffici noleggio; basta presentare il passaporto e pagare con carta di credito. Non è una soluzione economica, solo per l’affitto si pagano dai 500 ai 1,500 yen al giorno, chiamate escluse, per questo è sconsigliata a chi ha un visto per studenti e desidera rimanere a lungo.

Un’alternativa per chi non ha bisogno di un telefono smartphone è il cellulare prepagato. Questo tipo di cellulare offre la possibilità di ricevere chiamate e mandare messaggi, con un costo aggiuntivo delle chiamate effettuate. La più grande compagnia telefonica ad offrire questo servizio è la Softbank. Ti basterà il passaporto, o la carta di residenza per poter acquistare il tuo nuovo telefono prepagato. Non devi firmare alcun contratto, ma acquisti il cellulare e ricarichi mensilmente ad un qualsiasi conbini la cifra che ti interessa, un po’ come facevamo fino a qualche tempo fa in Italia con i servizi telefonici più famosi. Non sarà quella più tecnologica, ma è sicuramente la soluzione più semplice e veloce per chi ha poche pretese.

Telefoni pubblici

In caso di necessità rimangono come ultima risorsa le care vecchie cabine del telefono, ancora presenti sul suolo nipponico. Funzionano con monete da 10 e 100 yen, ma per l’utilizzo parziale di quest’ultime non danno il resto. Nel caso specifico di telefonate internazionali si devono utilizzare esclusivamente i telefoni grigi oppure quelli a scheda prepagata IC con la scritta “International & Domestic Card/Coin Telephone”. Le schede prepagate si possono trovare nei chioschi delle stazioni o nei vari conbini (convenience store) come ad esempio Seven Eleven, Lawson o Family Mart.

Avere un cellulare in Giappone è sicuramente molto importante, e le opzioni proposte dalle compagnie telefoniche sono tante e in continuo cambiamento. Ti consigliamo di visitare uno dei grandi magazzini di elettronica per trovare l’opzione che più fa per te!