Se hai intenzione di studiare in Giappone per più di 6 mesi ma sei titubante su come o dove fare il visto, o semplicemente vuoi avere qualche informazione in più riguardo alle caratteristiche o ai vantaggi del visto studentesco per il Giappone, questo è l’articolo che fa per te.

Poiché alcune scuole potrebbero richiedere della documentazione aggiuntiva, puoi contattare lo staff di Go! Go! Nihon per sapere esattamente quali sono i documenti necessari per la scuola scelta.

Diciamo che ci sono 2 tipi di visto studentesco per il Giappone:

  1. Visto studentesco per le scuole di lingua giapponese, rinnovabile per un massimo di 2 anni;
  2. Visto studentesco di tipo college, di solito per le università, che ha validità fino al termine del corso di studi.

In questo articolo ci soffermeremo sul visto studentesco per le scuole di lingua. Vediamo insieme quali sono i passaggi da seguire.

1. Scelta della scuola e della città

Il Giappone può sembrare piccolo, ma è pieno di posti interessanti! La scuola che frequenterai è fondamentale, così come è importante scegliere la città dove vivrai durante il percorso di studi.

Per iniziare, puoi dare un’occhiata al nostro articolo sulle migliori città dove studiare giapponese in Giappone, la lista include le città dove si trovano le nostre scuole. Preferisci il mare o la montagna? Oppure sei un tipo che ama la città, al posto della campagna? Leggendo l’articolo potresti già chiarirti le idee.

Per quanto riguarda la scelta della scuola di lingua sarà lo staff di Go! Go! Nihon a darti una mano. Ogni scuola ha un proprio ritmo di studio, un diverso metodo di insegnamento, e potrebbero esserci scuole più o meno adatte alle tue esigenze e ai tuoi obiettivi. Non preoccuparti per il tuo livello di giapponese, poiché il primo giorno di scuola si terrà un placement test, ovvero un esame per stabilire a quale classe verrai assegnato. Ci sono classi per principianti così come per livelli intermedi o avanzati.

Le scuole consigliano di imparare almeno hiragana e katakana prima dell’inizio del corso, per questo abbiamo creato l’app Hiragana Quest, che ti aiuterà nell’apprendimento.

2. Processo d’iscrizione

Sei pronto a questo punto per iscriverti al corso di lingua giapponese? Una volta decisa la scuola e il trimestre in cui iniziare è il momento di cominciare le pratiche, partendo dal modulo d’iscrizione. Il modulo, così come il resto dei documenti richiesti, serve sia alla scuola che all’ufficio immigrazione per far vedere qual è il tuo trascorso scolastico, e qual è il tuo obiettivo nello studio del giapponese. Per ricevere il modulo d’iscrizione puoi contattare il nostro staff italiano.

Ricorda che tutte le spese che pagherai durante la fase d’iscrizione sono incluse nel costo totale della scuola, Go! Go! Nihon è un servizio gratuito e non prende alcuna commissione dallo studente!

Ora, per capire meglio di cosa si tratta, ecco la lista di documenti base, necessari per l’iscrizione e la richiesta del visto studentesco:

  • Foto tessera, formato passaporto. Go! Go! Nihon ti invierà per email una piccola guida su come scattare la foto perfetta per l’iscrizione.
  • Passaporto. Servirà un passaporto valido al momento della partenza.
  • Diploma di scuola superiore o laurea universitaria. La laurea sarà particolarmente utile in seguito, se vorrai trovare lavoro full time in Giappone. Se non sei in possesso di un diploma di scuola superiore di 5 anni contatta il nostro staff per capire quali sono le possibilità per te.
  • Estratto conto. La cifra richiesta dipende dalle scuole, ognuna ha i propri requisiti, ma generalmente si parte dall’equivalente in euro di 1,000,000 yen per l’iscrizione ad un corso di 6 mesi. L’estratto conto serve da garanzia per la scuola affinché tu possa affrontare le spese in Giappone.
  • Busta paga o dichiarazione dei redditi del tuo sponsor. Puoi fare tu da self-sponsor o chiedere ad un genitore o parente stretto, in base alla situazione. Anche in questo caso i requisiti variano a seconda della scuola, per questo ti consigliamo di contattare i nostri responsabili studenti per saperne di più.

Oltre a questi, potrebbero essere richiesti altri documenti o certificati per completare l’iscrizione. Go! Go! Nihon è qui per aiutarti ad espletare le pratiche d’iscrizione nel modo più semplice e chiaro possibile.

Un consiglio: contattaci con largo anticipo rispetto alla scadenza ufficiale, poiché spesso le scuole terminano le disponibilità delle classi per l’alta affluenza di iscrizioni. Trovi le date di scadenza per la prossima sessione di lezioni sulla homepage del nostro sito. I corsi delle scuole di lingua cominciano ogni gennaio, aprile, luglio e ottobre (con qualche eccezione).

Certificato di eleggibilità per visto studentesco

3. Certificato di eleggibilità

Parte integrante della richiesta del visto studentesco in Giappone è l’ottenimento del certificato di eleggibilità (COE). Si tratta del documento nel quale la scuola scelta s’impegna a farti da garante durante il soggiorno da studente. Il certificato di eleggibilità viene rilasciato dall’ufficio immigrazione un mese prima dall’inizio dei corsi, e i documenti necessari per ottenerlo possono variare da istituto a istituto. Una volta ricevuti tutti i documenti per l’iscrizione, questi verranno girati dalla scuola giapponese all’ufficio immigrazione, che spedirà il certificato originale direttamente a casa di ogni studente circa un mese prima dell’inizio dei corsi.

Dopo aver ottenuto il COE dovrai recarti all’ambasciata o al consolato giapponese in Italia per farti rilasciare il visto studentesco. In questa occasione, ricorda di portare con te: un passaporto valido, una foto tessera, il modulo di richiesta, che ti sarà fornito dall’ambasciata stessa o che puoi trovare sul loro sito, e il certificato di eleggibilità originale. Sia la procedura, che la documentazione potrebbero risultare leggermente ostiche ed è necessario dedicarvi del tempo per evitare banali errori di compilazione, che potrebbero impedirti di ottenere il certificato. Niente per cui scoraggiarsi, però! Le pratiche per richiedere il certificato di eleggibilità sono state notevolmente semplificate negli ultimi anni.  

4. Arrivo in Giappone

Una volta ottenuto il visto studentesco presso l’ambasciata giapponese sarai pronto per la partenza! Al tuo arrivo in aeroporto in Giappone ti verrà chiesto di mostrare il passaporto per l’ottenimento della Zairyu card, ovvero la tua carta d’identità giapponese. Per qualche consiglio pre-partenza puoi leggere il nostro articolo su cosa fare dopo l’iscrizione.

5. Vantaggi del visto studentesco 

Oltre a permetterti di poter stare in territorio nipponico più a lungo, il visto studentesco per il Giappone concede molti altri vantaggi. Prima di tutto, avrai la possibilità di lavorare part time per un massimo di 28 ore a settimana. Poi, ti permetterà di firmare contratti: questo significa che potrai affittare una casa, aprire un conto in banca o semplicemente firmare un contratto telefonico giapponese.

Infine, il visto studentesco è uno dei migliori sistemi per trovare un lavoro in Giappone. Infatti avrai l’opportunità di cercare lavoro durante la tua permanenza come studente ed alcune scuole di lingua offrono anche corsi nei quali, oltre a migliorare le tue competenze di giapponese, ti prepareranno ed aiuteranno ad affrontare un colloquio di lavoro in Giappone.

Con il visto studentesco avrai la possibilità di entrare e uscire dal Paese, per andare in vacanza in Italia, o in generale per andare all’estero. Non dimenticare di compilare il Re-entry permit in aeroporto, o non potrai più rientrare con il visto studentesco per il Giappone.

Anche se necessita di documentazione aggiuntiva e deve essere pianificato con un po’ di anticipo, il visto studentesco è il miglior modo per potenziare il tuo giapponese e, allo stesso tempo, avere l’occasione di conoscere meglio il bellissimo Paese del Sol levante. Allora perché non frequentare un corso di lingua in Giappone? Non dimenticare che potrebbe anche essere la tua rampa di lancio per una futura carriera lavorativa.