Sapevi che con il visto studentesco in Giappone puoi anche lavorare part time? Quando ti iscrivi a una scuola di lingua giapponese in Giappone, o ad un corso universitario, avrai la possibilità di lavorare per alcune ore a settimana, e arrotondare le spese.

Ecco quali sono i vantaggi di trovare un arubaito (アルバイト) e come fare per ottenere un permesso di lavoro part time in Giappone.

Dove si ottiene il permesso di lavoro?

Dopo aver effettuato l’iscrizione presso un corso di lingua in Giappone, e ottenuto il visto studentesco, dovrai compilare un modulo, che il tuo responsabile studenti ti invierà per email prima del tuo arrivo in Giappone. Il modulo va consegnato in aeroporto al tuo arrivo, al controllo passaporti. In quello stesso momento verrò stampata la Zairyū card, la tua carta di residenza giapponese, sulla quale verrà applicato un timbro che equivale proprio al permesso di lavoro part time.

Part-Time SAMPLE

Quante ore posso lavorare?

C’è un limite di ore di lavoro part time, poiché lo scopo principale di chi possiede un visto studentesco è quello di studiare giapponese. Si può lavorare al massimo 28 ore a settimana durante il trimestre scolastico. Nella pausa di fine trimestre, come quella per le vacanze estive, è permesso lavorare fino a 8 ore al giorno.

Vantaggi di lavorare part time come studente

Oltre a guadagnare per eventuali extra, lavorare part time ti dà la possibilità di praticare il giapponese con clienti e colleghi. Inoltre, c’è farai esperienza lavorativa, che ti aiuterà sicuramente nella futura ricerca di impiego full time in Giappone, una volta finiti gli studi di lingua.

E non dimenticare che è anche un’occasione per conoscere molte persone, e magari instaurare amicizie.

Che tipo di lavori posso fare part time?

Solitamente, i lavori part time più comuni, per chi sta ancora studiando la lingua giapponese, sono quello di cameriere in pub izakaya o ristoranti, commesso di negozio o conbini, ma si può anche trovare lavoro come traduttore, insegnante, o in aziende di stampo internazionale.

Ci sono, però, delle attività lavorative strettamente vietate a chi possiede il permesso di lavoro part time in Giappone. Queste includono i locali notturni per adulti, gli host o hostess club, i pachinko, e così via. Se vieni pescato a lavorare in qualche locale notturno rischi di essere deportato in Italia con effetto immediato, o come minimo di dover pagare una multa salatissima.

Quant’è la paga oraria in Giappone?

Dipende dal lavoro. In media la paga è di 1,000 yen all’ora, a volte scende a 950 per alcuni ristoranti o izakaya. I lavori di traduttore o insegnante hanno solitamente stipendi più alti.

Devo saper parlare giapponese per lavorare part time?

Il più delle volte sì, a meno che non trovi un’azienda internazionale dove basta l’inglese. Tieni presente che il tuo datore di lavoro, o il manager del negozio, sarà giapponese, il colloquio e il contratto da firmare saranno in giapponese, con colleghi e clienti dovrai parlare in giapponese, e il curriculum verrà richiesto in giapponese. Insomma, un livello minimo di JLPT N4 è richiesto per chi vuole lavorare part time in Giappone.

Se hai bisogno di lavorare da subito, con poche abilità in giapponese, e il ritmo scolastico te lo permette, puoi cercare un part time come lavapiatti o come factotum in qualche magazzino dove non sarà necessario parlare con i clienti, ma basterà un livello di giapponese molto basilare.

Se volessi fare un lavoro non troppo impegnativo?

Ci sono diverse agenzie che cercano “talenti”, ad esempio modelli per pubblicità o programmi televisivi. Sono lavori saltuari, che pagano piuttosto bene, e che puoi adattare ai tuoi impegni scolastici.

Da dove comincio a cercare lavoro?

Dai un’occhiata alla nostra pagina Jobs in Japan per speciali offerte di lavoro dedicate ai nostri studenti.

Potrai sfruttare la tua esperienza di studio appieno, con il permesso di lavoro in Giappone, praticando giapponese ogni giorno a scuola e fuori, e aprendoti le porte per una futura carriera lavorativa in Giappone.