In Italia molte persone al sentire la parola “karaoke” sono terrorizzate, alla sola idea di dover cantare in piedi in un locale di fronte a decine di sconosciuti. Beh, oggi parliamo del karaoke originale, quello che è nato in Giappone, che è ben diverso da quello italiano.

La parola stessa karaoke (カラオケ) viene da due kanji giapponesi, 空 (kara, vuoto) e oke (オーケストラ, orchestra), indicando un’orchestra senza strumenti. Il karaoke in Giappone è famosissimo, e non si tratta di un passatempo sporadico, ma è un’attività frequente e amata da tutti, dai più giovani, fino ai salaryman che si ritrovano a fare le ore piccole nei karaoke, dopo aver bevuto in qualche bar izakaya coi colleghi. Il karaoke è tipicamente giapponese tanto quanto il water washlet!

Vediamo in dettaglio cosa aspettarsi da una serata in un karaoke in Giappone.

Com’è nato il karaoke?

Cantare sulla base di un disco registrato è un’usanza cominciata negli anni ’60 e ’70, quando le nuove tecnologie hanno permesso di registrare musica su disco, così da essere trasportata facilmente in giro dai musicisti. La prima macchina del karaoke è stata inventata nel 1971 da Daisuke Inoue, un musicista giapponese originario di Kobe. L’azienda Clarion iniziò in seguito a produrre queste macchine, poiché non vi era un brevetto.

Storicamente in Giappone era cosa comune offrire intrattenimento musicale nei locali durante i pasti. Nella caffetteria in cui Inoue lavorava i suoi clienti gli hanno chiesto più volte di registrare le sue canzoni, per permettergli di cantare sulla sua base musicale. È così che Inoue decise di costruire una macchina per registrare dischi, che suonasse le sue canzoni a pagamento. A quel punto Inoue iniziò a distribuire le macchine nei negozi, e in breve tempo le macchine per karaoke iniziarono a comparire in ristoranti e stanze di albergo. Non ci volle molto a creare delle stanze private per feste e riunioni, dove poter usare il karaoke. Il resto è storia!

Oggi, le catene di karaoke più famose in Giappone sono KaraokeKan, Uta Hiroba, Big Echo, Pasela, Karaoke47, Karaoke no Tetsujin.

karaoke in giappone

Com’è il karaoke in Giappone?

Prima di tutto, andare al karaoke in Giappone non significa dover stare tutta la notte fuori a bere o farlo con gente adulta. Al contrario, il karaoke è un passatempo amato dai bambini giapponesi, che iniziano ad andarci già dalle elementari. Gli adolescenti affittano le stanze per karaoke dopo la scuola, nel primo pomeriggio, trascorrendoci le ore socializzando con i compagni, cantando e mangiando snack in piccole stanze private.

Per i più adulti, le notte al karaoke sono molto comuni, e cominciano sempre con una cena al ristorante o all’izakaya (居酒屋), dove qualche bicchiere di alcool aiuta a socializzare meglio. Quando il conto è pagato si passa al secondo giro (二次会 nijikai) che solitamente è proprio al karaoke.

Arrivati in uno dei numerosissimi karaoke in Giappone, alla reception ti chiederanno alcune informazioni necessarie per entrare: il numero di persone, per quanto tempo vuoi cantare (il minimo è 30 minuti), se vuoi ordinare cibo o drink (o se vuoi l’opzione nomihoudai (all-you-can-drink), e soprattutto che tipo di sistema per karaoke preferisci. Alcuni posti offrono sistemi più moderni, con vasta gamma di canzoni degli ultimi tempi, e un tablet da cui poter scegliere le canzoni. Nei karaoke più vecchi puoi trovare il catalogo di carta con la lista di canzoni, e soprattutto una scelta inferiore di pezzi, ma questo solo nelle piccole cittadine di campagna.

Tra i sistemi per karaoke più comuni c’è Joysound e Adores, oltre ad offrire anche strumenti per accompagnare le tue performance canore, quali maracas e tamburelli.

La grandezza della stanza dipende dal numero di persone. In genere la sera i karaoke sono più frequentati, quindi le tipologie di stanze disponibili sono minori e potresti stare in dieci in una stanza da 7-8 persone, oppure, se sei fortunato, potresti avere una stanza da 6 per te e il tuo accompagnatore.

Nella stanza c’è sempre un telefono appeso al muro, che squillerà magicamente quando il tempo sta per scadere, per avvisarti che mancano 5 o 10 minuti al termine della prenotazione della camera. Potrai estendere la durata, a meno che non ci sia gente in fila ad aspettare. Per telefono puoi ordinare cibo e bevande, o comunicare con lo staff della reception in caso di problemi tecnici (ad esempio il microfono scarico).

karaoke in Giappone

Come scegliere la canzone in un karaoke

Generalmente in tutti i karaoke (o almeno quelli moderni) c’è sempre un tablet sul tavolo, da cui selezionare le canzoni. Con questo tablet puoi cercare le canzoni per artista (歌手名 kashumei), per titolo (曲名 kyokumei), o per ultime uscite (新曲 shinkyoku). Quando avrai selezionato una di queste opzioni troverai una tastiera in hiragana dove digitare il titolo della canzone. Se cerchi una canzone in inglese, o magari in italiano, puoi cambiare l’opzione della tastiera cliccando sul carattere 英 per inglese, che cambierà la tastiera nel nostro alfabeto latino. La ricerca si fa dal tasto 探す (sagasu, cercare), che di solito è in alto a destra, oppure puoi tornare indietro col tasto 戻る (modoru, tornare) in basso a sinistra. Quando avrai scelto la canzone dovrai andare sul tasto 予約 (yoyaku, prenotazione).

I più esperti possono cambiare la chiave della canzone, anche se spesso si rischia di impiegarci qualche secondo per recuperare il tono giusto della canzone, soprattutto dopo un bicchierino di alcool di troppo. Se poi non dovesse piacerti e vuoi fermarla, puoi spingere il tasto 止, che a volte può essere scritto anche 停止 (teishi) o 止まる( tomaru).

Inoltre, controlla sempre il volume quando parte la prima canzone. A volte il bilanciamento volume musica e volume microfono non è ben impostato, e ti conviene farlo dalle manopole che trovi sul sistema, posizionato sotto al televisore.

Questo è il nostro corso rapido per karaoke. Così come le onsen, i templi e il buon cibo, anche il karaoke in Giappone fa parte della cultura di questo paese. Se sei un tipo timido, ti consigliamo di andare le prime volte con qualche amico più stretto, per fare pratica e divertirti, così da essere più sciolto con gente nuova. Vedrai che sarà anche terapeutico cantare a squarciagola le tue canzoni preferite di cartoni animati.

Se vuoi provare a fare un’esperienza divertente al karaoke insieme a noi, partecipa alle nostre vacanze studio. Per maggiori informazioni consulta il nostro sito studytrip.com.