Il 1° aprile 2019 segna l’inizio di un nuovo capitolo della storia giapponese. È il giorno in cui il Segretario dell’Ufficio di Gabinetto Yoshihide Suga ha annunciato il nome della nuova era imperiale giapponese (gengō), che si chiamerà Reiwa (令和).

L’era giapponese Reiwa entrerà ufficialmente in vigore dal 1° maggio 2019, con la proclamazione ufficiale del nuovo imperatore del Giappone, il Principe Naruhito, figlio dell’imperatore in carica Akihito.

Vediamo insieme il significato dei kanji che compongono la parola “Reiwa” e com’è avvenuta la scelta di questo nome.

Reiwa la nuova era giapponese

Segretario dell’Ufficio di Gabinetto Yoshihide Suga

La scelta del nome

Il Segretario Suga ha spiegato che la scelta del termine Reiwa è stato ispirato da un poema giapponese dell’antica collezione del Manyoshu. Il primo kanji Rei (令) significa ordine/comando, mentre Wa (和) ha il significato di pace e armonia. Il poema in questione descrive l’ume, ovvero il fiore di prugno giapponese, nel pieno della sua fioritura all’inizio della primavera, dopo aver superato il rigido inverno. È un modo per esortare il popolo giapponese a ben sperare per il futuro, superando le avversità nella pace.

È la prima volta che il nome di un’era giapponese viene ripreso da un classico della letteratura giapponese, poiché, per tradizione, i kanji finora sono stati selezionati da opere della letteratura cinese.

La nuova data in giapponese

Ogni incoronazione di un nuovo imperatore rappresenta una nuova era giapponese, e la scelta del nome ha sempre significato un passo fondamentale nella vita del popolo nipponico, che sappiamo bene quanto sia legato alle tradizioni.

Ovviamente non sono stati pochi i preparativi nei mesi scorsi. Gli uffici pubblici giapponesi hanno dovuto prepararsi a questo grande cambiamento, aggiornando sistemi informatici e calendari, così da essere pronti a riconoscere già il nuovo anno imperiale dal 1° maggio 2019.

In Giappone il conto dell’anno non viene usato al modo occidentale, seguendo il calendario “cristiano”, ovvero dalla nascita di Cristo, ma si basa sulla nomina dell’imperatore. Il periodo di reggenza di ogni imperatore corrisponde a un’era, e ad una serie di anni ad essa correlati. Facciamo un’esempio: l’anno 2018 nel nostro calendario corrisponde al 30° anno dell’era Heisei in Giappone, pertanto nella data troverai 平成30年12月1日 che corrisponde al 1° dicembre 2018 per noi. Un altro esempio è l’anno 1984, che corrisponde al 59° anno dell’era Showa.

Le tre ere dell’epoca moderna giapponese sono l’era Meiji (1868-1912), l’era Taisho (1912-1926), l’era Showa (1926-1989), seguita dall’era Heisei.

Dal 1° maggio 2019 l’anno giapponese verrà indicato con 令和, che si scriverà 令和元年5月1日. Si potrà comunque usare il formato cristiano con l’anno a cui siamo abituati noi in Italia, però potrebbe succedere che su alcuni documenti giapponesi, quali l’assicurazione sanitaria o il My number potresti avere la tua data di nascita così come altre date indicate secondo il formato giapponese.

Reiwa-FB

La decisione di abdicare

Nei giorni passati il governo giapponese ha fatto in modo di non far trapelare nessuna notizia sul nome dell’era imperiale, assicurandosi che l’annuncio fosse fatto a tutta la nazione la mattina del 1° aprile 2019.

L’imperatore Akihito ha espresso il desiderio di voler abdicare già nel 2016, poiché la sua età ormai avanzata gli avrebbe impedito di adempiere ai suoi doveri ufficiali con massima efficienza. È la prima volta che un imperatore giapponese decide di lasciare il trono negli ultimi 200 anni di storia del paese, e tale annuncio ha scatenato grande dispiacere nel popolo giapponese, ma anche forti aspettative per la nomina del futuro e nuove imperatore.

Con l’arrivo di Naruhito il trono del crisantemo (fiore simbolo della famiglia imperiale giapponese) vede ascendere il suo 126° imperatore, nella storia del Paese.

In questi giorni in cui i fiori di ciliegio sono ormai in fiore nel Paese del Sol Levante, auguriamo al Giappone l’inizio di un’era prospera, pacifica e ricca di fortuna!

Se vuoi fare un’esperienza di vita e studio in Giappone contatta lo staff di Go! Go! Nihon. Ti spiegheremo come fare per ottenere un visto studentesco ed iscriverti ad una scuola di lingua in Giappone.