Quando si viaggia si deve sempre fare attenzione a cosa si mette in valigia, perché ogni paese ha le proprie regole. Lo stesso vale per il Giappone, che è particolarmente rigido con regole di immigrazione e importazione di prodotti. Ecco una lista di cosa non si può portare in Giappone.

Medicine

Sia che tu stia viaggiando in Giappone per piacere, sia che resterai a lungo tempo per studiare in una scuola di lingua, fai attenzione alla scorta di medicinali che vorrai portare con te. Ci sono delle precise regolamentazioni relative alle medicine e alle quantità permesse. Per evitare di sbagliare, e dover pagare una pesante penale, leggi il nostro articolo sulle regole per portare medicine in Giappone.

Salumi

Prodotti alimentari

Tra i prodotti alimentari che non si possono portare in Giappone c’è frutta e verdura. Lo stesso vale per animali, per la carne e tutti i derivati animali. Non importa se la carne è cotta o sottovuoto, vale per qualsiasi prodotto di tipo o derivazione animale, che sia salame, prosciutto, pancetta, miele, e così via. Si può incorrere in salatissime multe, oltre al confisca dei beni in aeroporto.

Se vuoi portare degli omiyage (お土産, souvenir) dall’Italia per qualche amico in Giappone ti consigliamo di optare per qualche dolcetto o snack che non ricada in nessuna categoria a rischio. Questo vale anche se ti farai spedire un pacco dalla mamma. Ne parliamo nel nostro articolo su come spedire un pacco in Giappone.

Soldi contanti

Ovviamente si può portare denaro contante in Giappone, ma anche qui ci sono dei limiti da rispettare.

Prima di tutto tieni presente che il Giappone è un paese che ancora usa molto il denaro contante, quindi questo ti servirà in molti casi più della carta di credito. Tuttavia ricorda che il limite per contante che si può portare in Giappone è di 1 milione di yen, pari a circa 10000 euro. Anche se molto probabilmente non avrai bisogno di così tanto contante se viaggi per pochi giorni nel Paese, magari ti saranno utili se deciderai di studiare in Giappone per un semestre o più. Non temere, perché potrai ritirare denaro in qualsiasi momento dalla tua carta di credito tramite gli ATM giapponesi. Ne abbiamo parlato nel nostro articolo su come prelevare denaro in Giappone.

Borsa di Burberry

Oggetti contraffatti

Vuoi mettere in valigia quella borsa di Louis Vuitton comprata al mercatino, che è comoda e carina per tutti i giorni? Meglio di no, perché anche gli oggetti di marche contraffatte sono soggetti a controlli e confische. È ovvio che nessuno si aspetta che una persona che va in Giappone per studiare metta su un mercato nero di oggetti contraffatti, ma le regole sono uguali per tutti, quindi meglio evitare di portare qualsiasi oggetto “falso” con sé!

Oggetti proibiti

Abbiamo già elencato la maggior parte degli oggetti che non si possono portare in Giappone, ma sicuramente non guasta ricordare anche i seguenti:

  • Droghe di qualsiasi genere
  • Pistole e armi da fuoco
  • Esplosivi
  • Denaro o oggetti falsi
  • Batteri usati per bio-terrorismo
  • Oggetti che danneggiano la morale o la pubblica sicurezza del Paese
  • Articoli che violano i diritti di proprietà intellettuale

Per maggiori dettagli consultare il sito ufficiale della dogana giapponese.

Eccezioni

Molti oggetti sono vietati per delle ragioni specifiche, ma molti di questi possono essere considerati effetti personali, e quindi permessi. In questo caso dipende dalle quantità quindi basta tenere d’occhio i limiti attuali dal sito della dogana in Giappone, prima di partire. In genere il valore totale da non superare per oggetti di uso personale è di 200,000 yen.

Ora che sai cosa non si può portare in Giappone, fai pure la valigia e preparati a visitare uno dei Paesi più belli del mondo! Per studiare a lungo termine con visto studentesco, o per una breve vacanza studio di qualche settimana, contattaci e risponderemo alle tue domande in italiano.