Quando si viaggia all’estero, una delle preoccupazioni ricorrenti è dove/come poter prelevare con la propria carta di credito/carta bancomat/prepagata. Il paese del Sol Levante rappresenta anche in questo caso una realtà particolare, su cui è meglio avere le idee chiare: con questo articolo cercherò di darti informazioni dettagliate ed esaustive su come prelevare in Giappone.

Dove prelevare in Giappone

Sfortunatamente per i turisti, o comunque per chi possiede carte di credito o debito rilasciate in paesi esteri, il Giappone può essere sconveniente, per quanto riguardo il numero di ATM e sportelli che accettano carte straniere.

Ci sono comunque alcune banche e istituti finanziari che permettono di prelevare anche con carte non giapponesi.

Japan post

L’esteso network di uffici della Japan Post è un utile e conveniente modo per poter prelevare: ci sono più di 20,000 uffici postali sparsi per tutto il Giappone. Il lato negativo è che nella stragrande maggioranza dei casi, questi sportelli non sono aperti 24 ore su 24, ma hanno degli orari di chiusura specifici. L’orario in cui è possibile prelevare cambia a seconda della dimensione dell’ufficio postale e della sua ubicazione: nei grandi uffici di città come Tokyo è generalmente possibile prelevare dalle 7:00 fino alle 23:00 e durante il weekend, mentre negli uffici di dimensioni più contenute, o di zone più rurali, gli orari disponibili si riducono, a volte fino alle 20:00 o addirittura fino alle 16:00 (rimanendo inoltre chiusi durante il weekend e i giorni festivi). Puoi trovare maggiori informazioni sugli uffici postali e i relativi orari sul sito di Japan Post.

7-Banks

Gli sportelli più diffusi ai quali è possibile prelevare sono probabilmente quelli della catena 7-Bank, che potrai trovare in quasi tutti i convenient store 7-Eleven. La comodità risiede anche nel fatto che sono accessibili 24 ore su 24 tutti i giorni dell’anno. Tramite il sito di Seven Bank puoi controllare dove è lo sportello più vicino a te.

Aeon Bank

Le carte rilasciate in paesi stranieri possono essere utilizzate anche per prelevare negli ATM della catena di centri commerciali AEON. Puoi trovare qui una lista degli sportelli disponibili.

Prestia

Prestia è un “nuovo” brand, di proprietà di SMBC (Sumitomo Mitsui Banking Corporation), una delle principali banche nipponiche. Prestia ha rilevato il servizio di retail banking di Citibank, presso i cui sportelli è possibile prelevare con carte di credito/debito straniere.

E-Net

Un altro servizio relativamente recente è quello di E-Net, che permette di prelevare in Giappone usando carte non giapponesi, presso alcuni convenient store della catena Family Mart o Daily Miyazaki, la catena di negozi Don Quihote e altre catene come Maruetsu (supermercati). Anche in questo caso il servizio, per quanto riguarda gli sportelli presenti nei convenience store, è attivo 24 ore su 24. Una precisazione però: non essendo un servizio direttamente collegato al convenience store “ospitante” (come per esempio gli ATM 7-Bank negli store 7-Eleven) non aspettarti di trovare uno sportello abilitato in tutti i Family Mart o Daily Miyazaki!

Schermata di un ATM giapponese

Usare un ATM giapponese

Ora che sai dove poter prelevare in Giappone, passiamo ad analizzare il “come”. La maggior parte degli ATM, specialmente nelle grandi città o nelle mete più turistiche, dispone anche di un menù e di un’interfaccia in inglese. Ma come fare nel caso questa opzione non sia disponibile, e il tuo livello di giapponese sia ancora basso? Niente paura, prova a memorizzare queste pochi passaggi e relative parole importanti, e te la caverai benissimo.

Inserire la carta nell’apposita fessura

Una volta davanti allo schermo dello sportello, il primo passaggio è ovviamente inserire la carta con cui desideri prelevare. Di fianco alla fessura per la carta di credito/debito ne noterai un’altra più larga: è quella per lo tsūchō (通帳, libretto di risparmio), un libretto che riporta i dati del conto e tutte le operazioni effettuate, e che può essere utilizzato al posto della cash card per prelevare.

Selezionare l’operazione di cui si necessita

Se stai leggendo questo articolo è perché vuoi sapere come fare per prelevare in Giappone, quindi l’operazione che fa al caso tuo è quella chiamata ohikidashi (お引き出し, prelievo). Altre opzioni che vedrai apparire sullo schermo sono oazukeire (お預け入れ, deposito) o ofurikomi (お振込み) ma, come per lo tsūchō, è necessario avere un conto presso una banca giapponese per poterle utilizzare.

Inserire il codice Pin

Una volta selezionata l’operazione di prelievo, la terza schermata che apparirà sarà relativa all’inserimento del codice pin, o anshō bangō (暗証番号). Inserisci le 4 o 5 cifre del tuo codice pin e premi kakunin (確認, confermare).

Selezionare l’ammontare da prelevare

Nella schermata successiva potrai scegliere quanto prelevare grazie al tastierino numerico che apparirà. Dopo aver digitato la cifra, schiaccia en (円, simbolo dello Yen), e premi ancora kakunin.

Ultima schermata

L’ultima schermata probabilmente ti chiederà se vorrai la ricevuta. Consiglio sempre di stamparle per sicurezza: nel caso dovessero esserci problemi, con la ricevuta potrai risolvere il problema più velocemente.

Tre tipi di carte di credito

Consigli prima di partire

Onde evitare spiacevoli sorprese, a parte informarti su dove e come prelevare in Giappone, ti consiglio di controllare un paio di cose prima di partire.

  • Innanzitutto controlla che la tua banca non abbia messo un blocco sulle operazioni con carta di credito/debito all’estero. Ti basterà contattare la filiale dove hai il tuo conto corrente e chiedere in merito: in caso il blocco fosse attivo, ti basterà chiedere di toglierlo (le banche a volte lo mettono di default per ragioni di sicurezza e per tutela del correntista).
  • Seconda cosa, verifica a quanto ammonti l’importo limite della tua carta di credito o debito. Al suo raggiungimento concorrono sia i pagamenti nei negozi o online, sia i prelievi presso gli ATM. Oltre a ciò, tieni in considerazione che gli sportelli in Giappone permettono generalmente di prelevare massimo 50,000 yen al giorno.
  • Alcune carte prepagate, come Postepay e simili, a volte funzionano solo nei lassi di tempo in cui l’istituto di credito che le ha emesse è aperto in orario italiano. Ciò vuol dire che, per esempio, se tu volessi prelevare con carta prepagata presso un ATM 7-bank in Giappone, potresti farlo solo dalle 16:00 alle 22:00 (cioè mentre in Italia l’orario è tra le 9:00 e le 15:00). Ti consiglio di contattare il tuo istituto di credito per chiedere lumi al riguardo.
  • Se possibile, portati dietro due carte di due circuiti diversi (per esempio Visa e Mastercard), in modo che, se uno dei due non dovesse funzionare in un particolare ATM, l’altro potrebbe. Uffici postali e ATM 7-Bank accettano tutti i principali circuiti (Visa, Mastercard, Cirrus, Maestro, American Express), ma altri ATM come quelli di AEON o E-Net hanno delle limitazioni. Visa Electron è accettata negli uffici postali ma non negli ATM 7-Bank.
  • Ricordati che prelevare con carta di credito estera può essere costoso. L’ammontare dipende dalle commissioni della tua banca, ma per esempio, per le carte prepagate come Postepay, la cifra si aggira intorno ai 5 euro.

Dopo aver letto questo articolo spero avrai le idee più chiare su cosa aspettarti riguardo al prelevare in Giappone.

Ti saluto con gli ultimi consigli: portati in Giappone una cifra in contanti (in yen) sufficiente per coprire le spese almeno per i primi giorni in caso tu fossi impossibilitato a prelevare. Nel caso non riuscissi a prelevare, o in caso di smarrimento del portafoglio e relative carte di credito/debito, ricordati che con servizi come Western Union la tua famiglia potrà inviarti contanti che potrai ritirare dalla filiale più vicina a te.

Per altre informazioni utili sulla vita in Giappone continua a seguire il blog di Go! Go! Nihon.