Da appassionato di giapponese, stai pensando di andare a studiare giapponese in Giappone per mettere in pratica le tue abilità linguistiche? Dopotutto, quale soluzione migliore di imparare una lingua nel luogo stesso in cui viene parlata esiste?

Studiando una lingua e praticandola contemporaneamente i risultati ottenuti sono infatti inimmaginabili, non solo per chi possiede già una conoscenza basilare del giapponese, ma anche e soprattutto per chi ha intenzione di cominciare a studiarlo da zero. Voglia di imparare e dedizione sono la chiave di tutto, ma è importante anche sapere quali sono i preparativi necessari da fare perché tutto vada alla perfezione.

Ecco alcuni consigli per studiare in una scuola di lingua giapponese in Giappone.

In che città vado a studiare?

Anzitutto, è fondamentale capire in quale città ti piacerebbe studiare giapponese in Giappone, e quale luogo potrebbe essere più adatto a te. Molti aspiranti studenti optano per la dinamica capitale, Tokyo, ma ci sono moltissimi altri posti dove poter iniziare la tua avventura nipponica. Ad esempio c’è Osaka, regno dello street food giapponese, o la storica Kyoto con le sue antiche tradizioni vivide per le strade della città. Più al nord c’è Sapporo, dal rigido inverno, ma con una bellissima e mite stagione estiva. Da non dimenticare Fukuoka, al sud del Giappone, per chi ama il clima marittimo.

Non hai che l’imbarazzo della scelta, e potrai trovare scuole di lingua in ognuno di questi posti. Noi di Go! Go! Nihon abbiamo preparato una lista con le migliori città dove studiare giapponese in Giappone che puoi consultare.

Per quanto tempo posso studiare?

È fondamentale decidere quanto tempo vorresti restare in Giappone, e quali sono le scuole di lingua per stranieri.

Nelle scuole di lingua giapponese (日本語学校 nihongo gakkō) i corsi iniziano quattro volte l’anno (gennaio, aprile, luglio, ottobre), il che implica la possibilità di seguire sia corsi brevi, di durata inferiore pari a 3 mesi, o corsi lunghi.

Per i corsi brevi le pratiche d’iscrizione sono piuttosto semplici, dato che ti basterà essere in possesso di un passaporto, su cui verrà applicato il timbro che vale da visto turistico. Anche se le pratiche d’iscrizione sono più semplici rispetto al corso a lungo termine, è meglio contattare il nostro staff per assicurarti di trovare posto nella tua scuola preferita.

Per i corsi di oltre 3 mesi, fino a 2 anni, avrai bisogno di un visto studentesco. Le pratiche per la richiesta del visto studentesco possono essere lunghe, ma se ti metterai in contatto con noi con largo anticipo ti guideremo passo passo nella procedura d’iscrizione.

I corsi sono per tutti i livelli?

Sia che tu scelga il corso di pochi mesi, o il corso con visto studentesco, sappi che le scuole di lingua offrono una vasta gamma di corsi che si adattano alle esigenze di tutti. Ci sono corsi di giapponese per chi vuole dedicarsi intensamente allo studio e diventare in breve un esperto della lingua, sia per chi vuole studiare giapponese ad un ritmo più rilassato, godendosi le meraviglie del Giappone, o lavorando part time per mantenersi agli studi (questo, però, solo nel caso in cui opti per il visto studentesco).

Un consiglio: prima di iniziare un corso di giapponese in Giappone è preferibile studiare in anticipo hiragana e katakana, dato che praticamente tutte le scuole danno per scontato che li si sappia già. Nel corso principianti si studiano questi due alfabeti, ma si procede molto velocemente, ed è difficile stare al passo se li si vede per la prima. Ti consigliamo la nostra app Hiragana quest per studiare hiragana e katakana.

Divano con gatto

Dove potrei alloggiare?


Alcune scuole giapponesi offrono ai propri studenti una sistemazione in dormitorio, ma non tutte ne hanno uno. Se però cerchi più spazio e condividere l’appartamento anche con giapponesi, puoi sempre optare per una share house. Se preferisci la privacy, c’è sempre la possibilità di affittare un appartamento privato. I prezzi dell’appartamento privato sono più alti, ma puoi trovare diverse opzioni nella nostra pagina dedicata agli alloggi.

Come raggiungo la scuola?

Essendo le abitazioni collocate prevalentemente in zone residenziali, avrai il più delle volte bisogno dei mezzi per raggiungere la scuola. Per fortuna, in Giappone tutte le zone sono ben collegate tramite una vasta rete di treni a volte convenzionate con le scuole di lingua. Basterà mostrare agli operatori un foglio di frequenza da richiedere in segreteria per ricevere un abbonamento che coprirà la tratta da casa alla destinazione scolastica, ma solo per quella compagnia per cui avrai fatto richiesta.

In alternativa puoi usare una bicicletta, soprattutto se dalla scuola ti separa solo una breve distanza. Personalmente, a suo tempo preferii questa opzione, anche perché si risparmia moltissimo rispetto ai mezzi pubblici. Ricorda, però, che le biciclette vanno registrate (direttamente al punto vendita, per la modica cifra di 500 yen) e non possono essere parcheggiate ovunque.

Quanto costa studiare in Giappone?

Le spese da tenere in conto sono sicuramente la retta scolastica, l’alloggio, gli spostamenti casa-scuola e viceversa, e i pasti. Altre spese extra possono essere l’assicurazione sanitaria giapponese, che per studenti ha un costo mensile molto basso, o eventuali svaghi. Trovi tutti i dettagli nel nostro articolo sul costo della vita in Giappone.

Per iscriverti a un corso di lingua di giapponese in Giappone puoi affidarti a Go! Go! Nihon, come feci io allora. Saranno i responsabili studenti a fare tutto per te, e gratuitamente. Dovrai scegliere la città e la scuola, compilare il modulo di contatto e ti diranno loro come procedere con l’iscrizione, la richiesta del visto studentesco, e anche con la ricerca dell’alloggio.

Studiare giapponese in Giappone sarà un’esperienza indimenticabile, da cui imparerai tantissimo, non solo la lingua.

Se cerchi maggiori informazioni sullo studio in Giappone puoi leggere i nostri articoli sul perché vale la pena imparare giapponese, o perché studiarlo in Giappone piuttosto che in Italia.

Per altri articoli sul Giappone continua a seguire il blog di Go! Go! Nihon.