La primavera sta arrivando in Giappone, con temperature più tiepide e bellissimi fiori di ciliegio che iniziano a sbocciare per tutto il Paese. I paesaggi si colorano di rosa chiaro, e questo cambiamento stagionale si riflette anche nella cucina giapponese. Come da tradizione, ogni stagione in Giappone è rappresentata da un cibo o una bevanda particolare, e il simbolo della primavera giapponese per eccellenza è senza dubbio il fiore di ciliegio (桜 sakura).

Con l’arrivo dei fiori di ciliegio, ogni anno, negozi e brand in Giappone si adeguano, riadattando i loro prodotti creando dei gusti e design a tema sakura. I più popolari, in vendita per poco più di un mese, sono cibi e bevande al gusto sakura, ideali per delle foto da sfoggiare su Instagram o altri social networks. Vediamo quali prodotti al gusto sakura sono stati messi in commercio nel 2020.

Snack al gusto sakura

Nonostante si tratti di una marca americana, la Kit Kat in Giappone è rinomata per la realizzazione di gusti sempre molto particolari: sake, patata dolce, azuki, tè matcha, e così via. In questo periodo puoi trovare i Kit Kat al delicato gusto di fiore di ciliegio, con due varianti: il sakura mochi, tipico dolce tradizionale di questo periodo, e il sakura nihonshu, un tipo di liquore giapponese.

Anche i Pocky (i Mikado giapponesi per capirci) sono in due gusti: il sakura shitate, un bastoncino croccante ricoperto di cioccolato al fiore di ciliegio, e il sakura matcha, ossia un misto tra sakura, tè verde e cioccolato.

L’azienda alimentare Glico, che produce i Pocky, è anche la produttrice dei croccanti Cream Collon. Si tratta di piccoli snack a forma di cilindro ripieni di crema di vario tipo. Per il 2020 l’edizione limitata dei Cream Collon prevede una combinazione tra tè verde matcha e gusto sakura.

Anche Tokyo Banana, popolare casa che produce dolci, ha creato un gusto stagionale. La classica tortina di pan di Spagna a forma di banana e ripiena anche di crema alla banana, per la primavera 2020 è arricchita con il sapore di sakura, oltre a petali di fiore di ciliegio come decorazione esterna.

Ci sono poi i wagashi, i dolci tradizionali giapponesi, che durante questa stagione sono arricchiti di sapori particolari. Il sakura-an è un dolcetto di pasta di fagioli bianchi dolci, che per l’occasione è mista a foglioline di sakura salato. Il sakura manju, invece, è un panetto cotto al vapore, ripieno di pasta di fagioli rossi e foglie di fiore di ciliegio. In aggiunta ci sono il sakura yokan, dolce vegano costituito da gelatina di agar-agar rosa, e gli hanami dango, 3 palline di riso di color rosa, bianco e verde, servite su uno spiedino, lo spuntino ideale durante i picnic sotto gli alberi di ciliegio.

Sakura mochi

Cibo salato ai fiori di ciliegio

Non parliamo solo dolci, ma tra fine febbraio e marzo si possono trovare anche snack salati al gusto sakura. Un esempio sono i sakura onigiri, i classici triangoli di riso solitamente avvolti dall’alga nori, che in questo caso vengono conditi con fiori di ciliegio sottaceto. I boccioli di sakura vengono messi sott’aceto quando sono ancora teneri e dal sapore delicato, per poi essere sciacquati e salati. La salamoia viene usata per condire il riso degli onigiri, decorati con un piccolo bocciolo di sakura sulla superficie. Lo stesso tipo di riso viene usato anche per i sakura inarizushi, dove il riso cotto in acqua di sakura viene poi avvolto nel tofu fritto dolce.

Bibite al gusto sakura

I boccioli di ciliegio in salamoia sono anche usati per il tè al sakura, che ha un retrogusto agrodolce. Il tè ha una lieve sfumatura rosata e viene bevuto durante occasioni particolari. Si dice che il tè al sakura abbia delle proprietà benefiche, antiossidanti e che bruci i grassi, per questo è in voga in particolare tra le donne giapponesi.

Quando parliamo di drink e bibite al gusto sakura non possiamo non menzionare Starbucks. La catena americana Starbucks, almeno una volta al mese, offre dei drink particolari che variano a seconda della stagione, e già a metà febbraio mette in vendita i suoi famosissimi frappuccini al gusto sakura. I drink al gusto sakura del 2020 sono il Sakura milk pudding frappuccino e il Sakura milk latte, entrambi a edizione limitata. Oltre a questi gusti particolari, però, Starbucks è fedele al suo prodotto principale, il caffè, e in questo periodo si trovano ben 6 tipi diversi di blend ispirate ai fiori di ciliegio.

Confezioni Starbucks a tema sakura

Confezioni a tema

Come già accennato all’inizio, la stagione dei fiori di ciliegio in Giappone è così amata che ogni tipo di azienda cerca di farsi pubblicità in questo periodo con prodotti e confezioni a tema sakura. In primis c’è Starbucks, con tazze e thermos con decorazioni a tema ciliegi.

La famosa Coca Cola da gennaio 2020 ha messo in commercio una bottiglia di metallo, a edizione limitata, con un design di boccioli e petali di sakura. I più fortunati e curiosi possono ancora trovarle in qualche supermercato, conbini o negozio per turisti in giro per il Giappone.

Anche la Asahi, una delle più popolari aziende produttrici di birra giapponese, non è da meno. Bottiglie e lattine di birra Asahi sono rigorosamente di color rosa, con petali e fiori di ciliegio disegnati su tutta la confezione. A differenza del sakura frappuccino di Starbucks, che generalmente è già esaurito per quando i fiori iniziano a sbocciare, la birra Asahi con decorazioni floreali si riesce ancora a trovare durante il periodo dell’hanami.

La tradizione dell’includere i fiori di ciliegio nella cucina giapponese è ormai in voga da diversi anni. Il rispetto e l’amore per la natura in Giappone sono valori molto forti, e sono tante le occasioni di celebrarla, con festival o prodotti dedicati. Ovviamente non possiamo negare che questa dei prodotti al gusto sakura sia anche un’astuta mossa commerciale, che però non fa male a nessuno.

Se ami la cultura giapponese e vuoi saperne di più, continua a leggere il blog di Go! Go! Nihon e seguici su Facebook e Instagram.