Tra le feste giapponesi la ricorrenza estiva del Tanabata è una delle più gioiose e colorate.  Tantissime sono infatti le celebrazioni che si svolgono lungo tutto l’arcipelago nella “sera del sette”.

Tanabata (七夕) in giapponese significa proprio sera (夕) del sette (七), ma il nome di questa festività è tradotto di solito in italiano come Festa delle Stelle.

Feste giapponesi Tanabata

La leggenda all’origine della festa del Tanabata

La ricorrenza del Tanabata ha una tradizione lunga secoli. Infatti, deriva dalla festività cinese del Qixi, introdotta in Giappone per la prima volta intorno al 755 d.C..

Si basa sulla storia di due amanti (la Principessa Orihime e il pastore Hikoboshi) che, separati dal destino, possono incontrarsi solo una volta l’anno. 

La leggenda vuole che il padre di Orihime, il Re Cielo Tentei, vedendola intrecciare tessuti sulla riva del fiume Amanogawa, si fosse reso conto della tristezza e solitudine provata dalla figlia. Per portarle un po’ di gioia, il padre organizzò per lei un incontro con un pastore di mucche, Hikoboshi. I due si innamorarono all’istante e subito decisero di sposarsi, ma erano così accecati dall’amore che trascurarono i loro doveri e le mucche iniziarono a vagabondare ovunque.

Questo fece arrabbiare il Re, che decise così di separarli, spezzando il cuore di Orihime. Dopo le preghiere e implorazioni della figlia, il Re decise però di accettare un compromesso: Orihime avrebbe potuto incontrare il suo amato Hikoboshi solo il settimo giorno del settimo mese dell’anno.

Ma quando il fatidico giorno arrivò, i due scoprirono che non c’era nessun ponte che poteva permetteva loro di attraversare il fiume per incontrarsi. Il pianto di Orihime fu talmente disperato che risvegliò delle gazze, che decisero di aiutare i due sfortunati amanti. Con le loro ali, costruirono un ponte che i due poterono attraversare per riabbracciarsi. 

Le gazze promisero a Orihime e Hikobashi che sarebbero ritornate lo stesso giorno ogni anno: nacque così la festa del Tanabata. 

Come celebrare questa festa giapponese

Esprimi un desiderio

Nonostante la triste leggenda alle origini del Tanabata, una parte molto importante della Festa delle Stelle è proprio la speranza di vedere i propri desideri esauriti. Tutti possono esprimere un desiderio su un piccolo pezzo di carta chiamato tanzaku (短冊) che poi si appende a un ramo di bamboo. Alla fine della festa, i bamboo vengono lasciati galleggiare sul fiume o bruciati, nella speranza che tutti i desideri vengano esauditi con l’arrivo del nuovo anno. 

Decorazioni di carta

Tutte le decorazioni sono fatte di carta e ogni città ha le proprie decorazioni caratteristiche. Ad esempio, a Sendai, ogni decorazione rappresenta un tipo di desiderio. 

Kamigoromo  – ha la forma di un kimono giapponese. È una decorazione dedicata all’attività di tessitrice di Orihime e rappresenta il desiderio di ottenere maggiori abilità nell’attività del cucito. 

Fukinagashi – ha la forma di una stella filante. Rappresenta il filo di Orihime e il desiderio di essere più creativi.

Kuzukago –  ha la forma di un contenitore per la spazzatura e rappresenta il desiderio di ordine e parsimonia. 

Toami – strane decorazioni dalla forma di frutti di mare. Non sono direttamente connesse alla leggenda di Orihime come le precedenti, ma sono collegate al desiderio di fortuna e buona sorte. 

Senbatsuru – classiche decorazioni giapponesi fatte con un origami dalla forma di gru. Sono collegate al desiderio di una vita lunga e senza distrazioni. 

Kinchaku – altra decorazione connessa al simbolismo giapponese generale piuttosto che alla leggenda del Tanabata. È una decorazione di carta dalla forma di un portafogli e rappresenta il desiderio di buona salute. 

Feste giapponesi Tanabata

La ricorrenza del Tanabata oggi in Giappone

La festività non si tiene sempre a luglio: in molte città le celebrazioni vengono svolte in date diverse. Ecco alcuni esempi: 

Asagaya, Tokyo

Ad Asagaya, un quartiere di Tokyo, le celebrazioni per il Tanabata prendono lugo ad agosto. Il Tanabata di Asagaya è famoso per le giganti statue di cartapesta che decorano il centro commerciale Pearl Centre. Attira centinaia di visitatori che arrivano per ammirare le colorate sculture di carta, dalle forme di cartoni animati o di personaggi mitici. 

Asakusa Shitamachi, Tokyo

Il festival di Asakusa Shitamachi si tiene dal 6 al 10 di luglio. Oltre alle decorazioni, le parate e le tipiche celebrazioni, nella zona puoi trovare anche tanti tipici prodotti artigianali. Con moltissimi negozi indipendenti e antiche case di artigianato, siamo sicuri che troverai souvenir unici da portare alla tua famiglia e ai tuoi amici. Non perderti inoltre gli spettacolari fuochi d’artificio che si alzano sullo sfondo della Tokyo Skytree. 

Sendai

Quella di Sendai è una delle celebrazioni del Tanabata più grandi e importanti di tutto il Giappone. Dal 6 all’8 agosto, le strade della città sono addobbate con centinaia di coloratissime decorazioni. Ogni anno, le comunità locali si riuniscono per decorare l’intera città. Ci sono anche diversi spettacoli, musica dal vivo e, ovviamente, tantissime bancarelle di cibo locale. Potrai anche prendere parte allo spettacolo di fuochi d’artificio lungo il fiume. 

Shonan Hiratsuka

Celebrato dal 5 all’8 di luglio, questo festival di Tanabata nasce nel dopoguerra per supportare l’economia della zona e promuovere il business locale. Da allora, ogni anno si tiene una parata per mostrare le meravigliose sculture di carta prodotte dalle comunità locali. 

Tra le numerose feste giapponesi la ricorrenza estiva del Tanabata è una delle più popolari e spettacolari. Quest’estate, prepara il tuo yukata per una notte meravigliosa tra cibo e decorazioni. Ah, e non dimenticare di esprimere un desiderio!

Per altre informazioni e curiosità sulla cultura giapponese, continua a leggere il nostro blog e seguici su Facebook e Instagram.