Sono tantissimi gli italiani che sognano di andare in Giappone una volta nella vita, spinti dal fascino della cultura orientale o dalla fama di culla della tecnologia che vanta il Paese. 
Ma cosa piace ai giapponesi dell’Italia?

Passeggiando per le vie giapponesi ti accorgerai di quante parole italiane vengano usate a caso per insegne di negozi, ristoranti, titoli di riviste e così via, suscitando l’ilarità e lo stupore dei nostri compaesani: perché scegliere proprio l’italiano tra le tante lingue disponibili? 
Semplice: i giapponesi stravedono per noi.

Girolamo Panzetta, l’italiano più famoso in Giappone

Come accade in qualsiasi parte del mondo, la concezione dell’Italia che hanno i nipponici si fonda su stereotipi, alcuni veri e altri no: la nostra nazione era già famosa tra i giapponesi per le sue bellezze naturali e artistiche, ma il loro forte interesse verso l’Italia crebbe ancora di più grazie a Girolamo Panzetta, sconosciuto a molti connazionali ma che secondo un sondaggio del 2006 è l’italiano più famoso in Giappone dopo Leonardo da Vinci.

Conduttore, attore e scrittore, nella sua lunga carriera Jiro ha saputo conquistare il Sol Levante con la sua simpatia e il suo carisma, tanto da diventare l’uomo simbolo dell’Italia per i giapponesi: gentile, allegro, attento alla moda e molto galante con le donne; tutte caratteristiche che sono poi diventate tipicamente italiane nell’immaginario collettivo nipponico.

Cosa amano i giapponesi dell’Italia?

Come accennato poco fa, l’amore verso l’Italia non è nato con Girolamo Panzetta: l’arte, il cibo, la moda e la musica classica hanno da sempre giocato un ruolo fondamentale nell’interesse che i giapponesi nutrono per il nostro Paese, ultimamente rafforzato anche dal mondo del calcio.

I giapponesi che vengono in Italia come turisti sono tantissimi e le città preferite sono Firenze, Roma, Venezia, Milano e Napoli; purtroppo l’affluenza ha subito un calo rispetto a un tempo in seguito ad episodi spiacevoli e all’aumento dei prezzi dovuti al passaggio all’euro, ma questo non ha scoraggiato la maggior parte di giapponesi che ad oggi inizia a spingersi anche verso città minori.

Non è poi da sottovalutare il numero di giapponesi che arriva in Italia allo scopo di studiarne la lingua, la cucina o anche la musica classica.

Pizza e bacchette

Viva la cucina italiana!

Il cibo è la caratteristica italiana più famosa e apprezzata al mondo, e il Giappone non fa eccezione: ci sono innumerevoli ristoranti che propongono cucina italiana, anche se spesso riservano amare sorprese come la pasta napolitan, la cui salsa è base di ketchup, e la pizza con il pollo e la maionese.

Ci sono però anche ristoranti autentici che cercano di ricreare fedelmente le nostre ricette e pizzerie che non hanno molto da invidiare a quelle della stessa Napoli; la cucina italiana ha poi preso campo anche nei famosi family restaurant giapponesi, tra cui spicca la catena Saizeriya.

Come accennato all’inizio, l’amore per il Bel Paese sfocia in aneddoti divertenti se ci si concentra sui nomi dei ristoranti: da quelli semplicemente strani come “Mammaciao” a quelli che suscitano ilarità come “La Bettola”, “Stagione Fruttificare” e “Sopracciglia”. Di insegne strane e divertenti ne ho viste tante durante la mia permanenza a Tokyo, ma credo che la mia preferita rimarrà quella del ristorante “Cicciobello”.

Mascotte italiana in Giappone

La mascotte italiana

Una cosa che mi è sempre piaciuta del Giappone è che esistono mascotte per ogni cosa, spesso per rappresentare una marca o una località; a tal proposito la città di Kurashiki, nella prefettura di Okayama, ha ideato una mascotte di ispirazione italiana: Shirakabeno (シラカベーノ), dove shirakabe (白壁) significa “muro bianco” e la vocale lunga seguita da no imita il suono della lingua italiana all’orecchio di un giapponese.

Per quanto possano sembrare distanti tra loro, Italia e Giappone condividono una lunga storia di amicizia e rapporti diplomatici, e i popoli di entrambi i Paesi sono affascinati l’uno dall’altro; se deciderai di andare a studiare in Giappone, ti accorgerai di come la gente sia entusiasta di poter parlare con un italiano e avrai la possibilità di fare amicizia con moltissimi locali.

Se vuoi condividere con noi la tua esperienza o raccontare cosa piace ai giapponesi dell’Italia secondo il tuo punto di vista, lascia un commento qui sotto.