Personaggi di cartoni giapponesi cult: i più amati in Italia e in Giappone

Tempo di lettura: 5 minuti

In un nostro precedente articolo abbiamo parlato di alcuni cartoni giapponesi degli anni 80, che hanno segnato la nostra infanzia. Molti di questi non hanno avuto in Giappone la stessa fama dell’Italia, ma sono rimasti solo un ricordo per quelli delle “vecchie” generazioni. Tanti altri personaggi, invece, sono tutt’ora vivi nella memoria e nel cuore di molti giapponesi, e a loro sono dedicati gadget, film e statue in giro per il Paese.

Scopri con noi quali sono i personaggi dei cartoni giapponesi cult nel Giappone di oggi.

Statua di Rocky Joe a Nakano

Rocky Joe

Il titolo originale giapponese è あしたのジョー (Ashita no Joe, “Joe del domani”). Originariamente era un manga pubblicato per la prima volta nel lontano 1968, e riadattato a cartone animato e film d’animazione in seguito. In Italia lo conosciamo come Rocky Joe, ed è la storia del giovane orfano Joe Yabuki che fugge dall’orfanotrofio e dopo una serie di sfortunati eventi riesce a intraprendere la carriera da pugile. In seguito a varie peripezie, lunghe molti episodi, si arriva al match finale, in cui Joe cade a terra privo di sensi. Non è chiaro se abbia perso la vita o meno, l’autore ha voluto lasciare questo finale aperto, con un po’ di malcontento nei fans. Fatto sta che il personaggio di Rocky Joe non è stato mai dimenticato e a lui è stata dedicata una statua che si trova oggi nel quartiere di Nakano, a Tokyo.

Dolcetti di Doraemon

Doraemon

“Ecco Doraemon, il gatto spaziale”, è così che iniziava la sigla italiana di uno dei cartoni giapponesi più famosi del mondo. Doraemon è infatti un gatto robot, proveniente dallo spazio del 22° secolo, che arriva a Tokyo per aiutare Nobita (“Guglielmo” nella vecchia versione italiana) a risolvere i suoi guai quotidiani. Doraemon ha dei poteri speciali, e dalla tasca sulla pancia possono spuntare oggetti davvero sorprendenti.

Nonostante abbia fatto la sua prima apparizione in Giappone nel 1969 dai fumetti, e in Italia nel 1982 in tv, Doraemon non è mai stato dimenticato. Anzi, tutt’oggi è uno dei personaggi più amati dai bambini giapponesi, e lo si può trovare in varie forme. Pensiamo ai libri di kanji in formato manga per scuole elementari dove Doraemon sensei insegna a scrivere e leggere gli ideogrammi, oppure al dorayaki, dolcetto di pan di Spagna ripieno di azuki (fagioli rossi) di cui Doraemon è ghiotto. Per non parlare del merchandising di ogni tipo: nel 2019 sono stati messi in vendita da Lawson, catena di convenience store, dei dolcetti a forma di Doraemon. Insomma, se sei un appassionato di questo personaggio non avrai difficoltà a trovare qualche souvenir quando verrai in Giappone.

Holly e Benji a Yotsuya

Holly e Benji

Questo è il titolo del cartone animato giapponese come lo conosciamo noi, ma in realtà è tratto dal manga Capitan Tsubasa. Comparso su Italia 1 nel 1986, Holly e Benji racconta la storia di due calciatori, Oliver Hutton (denominato Holly), che sogna di vincere il Campionato mondiale di calcio, e Benji Price, portiere che tutti ritengono imbattibile. La storia si svolge durante diversi campionati e tornei, a cui i due protagonisti parteciperanno, e anche molte scene riempitive (filler) per evitare di raggiungere il manga, ancora in corso di pubblicazione in quegli anni. Tutti i fan del genere ricorderanno di sicuro le lunghe scene nel campo di calcio, che sembra essere lungo chilometri, in cui Holly non raggiunge mai la porta avversaria.

Questo cartone e il relativo manga sono così amati in Giappone che gli è stata dedicata addirittura una stazione, la Yotsuya eki (四ツ谷駅) a Tokyo. Già dall’entrata si trovano le sagome dei personaggi della serie sia sui muri che sulle scale, fino ad arrivare all’interno, dove il pavimento è riprodotto proprio come un campo di calcio. È di sicuro una tappa da includere nel tuo prossimo viaggio in Giappone!

Statua Gundam Unicorn di Odaiba

Gundam

Tra i numerosi cartoni giapponesi cult c’è Gundam. La storia è incentrata perlopiù su combattimenti tra robot, tutti guidati da piloti umani. Le vicende sono molto avvincenti, e le teorie sul significato alla base di questo genere sono varie, tutte legate a episodi storici più o meno recenti.

Il business intorno al personaggio di Gundam comincia quando la Bandai, rinomata azienda produttrice di articoli e gadget di manga, anime e videogiochi, ha acquistato i diritti alla vendita. Da lì modellini, poster, film, e tantissimi altri oggetti di merchandising che sono tutt’oggi apprezzati in Giappone. La fama di Gundam è tale che a Odaiba, nella baia di Tokyo, si può trovare una la sua statua in metallo alta quasi 20 metri. La versione attuale rappresenta il modello Unicorn, ed è diventata ormai uno dei simboli di Tokyo e una tappa immancabile per fan e non.

Shining Moon show a Tokyo

Sailor Moon

La storia di Sailor Moon è nata da un manga, così come tutti gli altri personaggi citati in questo articolo, ed è sicuramente uno dei simboli della cultura pop giapponese. Il cartone è stato trasmesso per la prima volta da Mediaset, precisamente su Canale 5, a metà degli anni ’90, riscuotendo un successo che prosegue ancora oggi.

Anche in Giappone la storia di Sailor Moon e le sue combattenti che vestono alla marinara è amatissima dal pubblico. Al contrario di altri vecchi cartoni giapponesi ormai dimenticati, quello di Sailor Moon è popolarissimo anche nelle nuove generazioni, ed è per questo che continuano a essere messi in vendita gadget e aperti ristoranti a tema. Uno degli ultimi è il ristorante Shining Moon Tokyo, il primo locale al mondo ad offrire uno show dal vivo, oltre a gadget originali. Il locale si trova nel quartiere di Azabujuban a Tokyo, ed è accessibile previa prenotazione online.

Lupin III

Lupin III, ladro gentiluomo creato dal maestro Monkey Punch, è uno dei personaggi più rappresentativi dei cartoni giapponesi cult anni ’70 e ’80. Affiancato dai validi “colleghi” Jigen, abile con la pistola, e Goemon, che non si separa mai dalla sua katana, cercano di farla franca all’inarrestabile ispettore Zenigata.

Le vicende di Lupin III compaiono nella televisione italiana nel 1994, e oggi non sono ancora volte al termine. In Giappone continuano ad arrivare nuovi lungometraggi al cinema e in tv, con tecniche di animazione sempre più all’avanguardia. “Lupin III: The first” è il più recente live-action uscito al cinema in Giappone a dicembre 2019, realizzato con la tecnica digitale 3DCG.

Quali sono i tuoi cartoni giapponesi cult preferiti? Per trovare oggettistica, video o manga dei tuoi cartoni preferiti ti consigliamo di visitare Nakano Broadway.

Per conoscere altre curiosità sul Giappone continua a seguire il blog di Go! Go! Nihon. Pubblichiamo regolarmente notizie sulla cultura, la vita e lo studio in Giappone anche su Instagram e Facebook.

Condividi questo articolo

Go! Go! Nihon

Articoli Correlati

Curiosità sul Giappone
Curiosità sul Giappone
Curiosità sul Giappone
Curiosità sul Giappone

🎌 Partecipa al Webinar!

Prossima sessione → Come vivere e studiare in Giappone
Giorni
Ore
Minuti
Secondi